Finisce l'era dello startupper diventato manager. Le azioni volano in Borsa

A Twitter finisce l’era Jack Dorsey, che lascia da Ceo, e inizia quella Parag Agrawal, che succede nel ruolo di amministratore delegato della società. Il cinguettio più famoso al mondo ha quindi una ‘nuova voce’ ai vertici, ma nel solco della continuità.

Al posto del cofondatore di Twitter come ad della azienda della piattaforma social ci sarà infatti il Chief Technology Officer della compagnia. Dorsey comunque rimarrà nel board fino alla scadenza del suo mandato nel 2022. Agrawal è Cto dal 2017 e in Twitter dal 2011.

In una lettera pubblicata sul suo account Twitter, Dorsey ha detto di essere “davvero triste ma davvero felice” di aver lasciato la società e che è stata una sua decisione. Dorsey sommava al ruolo di ad di Twitter il fatto che è anche fondatore e CEO della società di pagamenti Square, una impresa che assorbe le sue energie. Le azioni di Twitter sono aumentate del 5% a 49,47 dollari nel trading dopo l’annuncio dell’addio da ceo.

Dorsey è diventato ceo di Twitter nel 2007, ma è stato costretto a uscire l’anno successivo. È tornato nelle vesti di amministratore delegato nel 2015. Nella sua lettera di addio, ha affermato di aver “lavorato duramente per garantire che questa azienda possa andare oltre i suoi fondatori” .

“Credo che la compagnia sia pronta ad andare oltre i suoi fondatori. La mia fiducia in Parag come Ceo di Twitter è profonda”, ha scritto Dorsey su Twitter. “Parag ha seguito ogni decisione critica della azienda – ha sottolineato il cofondatore della piattaforma social- Il lavoro di Parag negli ultimi 10 anni è stato trasformativo. Sono profondamente grato per la sua abilità, cuore e anima. È il suo momento di guidare”.

Mentre Twitter ha utenti di alto profilo come politici e celebrità ed è uno dei preferiti dai giornalisti, la sua base di utenti è molto indietro rispetto agli storici rivali come Facebook e YouTube e a quelli più recenti come TikTok. Ha poco più di 200 milioni di utenti attivi ogni giorno.

Dorsey ha annunciato che il cambio di governance è immediato, anche se rimarrà in azienda sino alla fine del suo mandato, nel 2022, per guidare la transizione. E ha spiegato che una società guidata dal suo fondatore è un fattore “fortemente limitante”.

Twitter ha anche annunciato un nuovo presidente del board, Bret Taylor, per sostituire il suo attuale presidente, Patrick Pichette, che resterà nel cda. Taylor è nel consiglio di Twitter dal 2016.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata