Dal 1999 a oggi, alcuni dei casi più tragici di stragi a scuola

Dal 1999 a oggi, più volte le scuole sono diventate teatri di veri e propri massacri. La prima volta fu alla Columbine, in Colorado. L’ultima questa mattina, quando un ex studente, in una scuola del Kazan (Russia), ha ucciso almeno 9 persone e ne ha ferite 30. Di seguito un elenco delle peggiori stragi all’interno di edifici scolastici dal 1999 ad oggi.

20 APRILE 1999, MASSACRO SCUOLA COLUMBINE: Due studenti della Columbine High School di Littleton, in Colorado, sparano uccidendo 12 compagni e un insegnante, prima di togliersi la vita.

8 GIUGNO 2001, STRAGE DI OSAKA: In Giappone, presso la città di Ikeda, nella prefettura di Osaka, un 37enne affetto da problemi psichici e già sottoposto ad arresto in passato,dovrebbe andare in tribunale per essere giudicato, in quanto accusato di aver aggredito una persona diversi mesi prima. Invece si reca nella scuola elementare di Ikeda armato di coltello da cucina. Una volta all’interno, pugnala 21 studenti e due docenti. Al termine del massacro sono 15 i feriti e 8 i morti (sette femmine e un maschio) di età compresa tra i 6 e gli 8 anni.

26 APRILE 2002, DISASTRO DI ERFURT: Nel Gutenberg Gymnasium di Erfurt (Germania), un ex allievo dell’istituto, Robert Steinhäuser, all’epoca 19enne ed espulso dalla scuola nell’ottobre 2001 a causa della falsificazione di un certificato medico, si arma di pistola e fucile e spara sulla folla, uccidendo 12 docenti, due studenti e un segretario. Poi si suicida.

1 SETTEMBRE 2004, STRAGE DI BESLAN: Alle 9.30 del mattino, un gruppo di separatisti ceceni attacca la Scuola Numero Uno della città di Beslan, nell’Ossezia del Nord, e per 52 ore tiene in ostaggio 1.200 persone, in gran parte bambini. Durante l’assedio e nel disordinato assalto delle forze speciali russe muoiono 385 persone mentre quasi 800 vengono ferite.

16 APRILE 2007, UCCISIONI A VIRGINIA TECH: Uno studente 23enne di origini coreane apre il fuoco nell’università Virginia Tech a Blacksburg, in Virginia, uccidendo 27 studenti e cinque insegnanti, prima di togliersi la vita.

7 NOVEMBRE 2007, MASSACRO DELLA SCUOLA DI JOKELA: Nella tarda mattinata avviene una sparatoria nel centro scolastico Jokelan koulukeskus presso Tuusula in Finlandia, provocata da Pekka-Eric Auvinen, uno studente della stessa scuola. Nella sparatoria rimangono uccise nove persone, tra cui l’attentatore stesso, e ferite altre 12 a causa di colpi di arma da fuoco e schegge di vetro.

23 SETTEMBRE 2008, SCEMPIO NELLA SCUOLA DI KAUHAJOKI: Nei locali comuni dell’Università di scienze applicate Seinäjoen Ammattikorkeakoulu e del centro scolastico Koulutuskeskus Sedu nella città di Kauhajoki, in Finlandia, apre il fuoco Matti Saari, uno studente della stessa università. Nella sparatoria muoiono 11 persone: dieci studenti, compreso l’assassino, e un insegnante. Al momento della sparatoria nella scuola si trovavano circa 150 persone.

11 MARZO 2009, COLPO DI WINNENDEN: Nella scuola secondaria di Winnenden, nella regione di Baden-Württemberg in Germania, il 17enne Tim Kretschmer inizia a sparare con una Beretta92FS da 9mm, presa precedentemente dalla camera dei suoi genitori. La sparatoria si sposta successivamente in una concessionaria d’auto vicino Wendlingen. Morte 16 persone, compreso l’attentatore, e ferite 9.

19 MAGGIO 2012, ATTENTATO ALLA SCUOLA DI BRINDISI: Una bomba artigianale, costruita dal 68enne Giovanni Vantaggiato, esplode davanti all’istituto professionale Francesca Morvillo Falcone di Brindisi, causando la morte di una studentessa e il ferimento di altre dieci persone. L’evento suscita sconcerto e commozione in tutta Italia, dove vengono proclamati tre giorni di lutto nazionale.

14 DICEMBRE 2012, MASSACRO NELLA SANDY HOOK A NEWTOWN: Un uomo di 20 anni, Adam Lanza, uccide la madre a Newtown, in Connecticut e si reca nella scuola elementare Sandy Hook. Spara, uccidendo 20 bambini, tutti di sei e sette anni, e sei adulti. Poi si uccide.

14 FEBBRAIO 2018, FUOCO A PARKLAND IN FLORIDA: Un ex studente di 19 anni espulso per ragioni disciplinari dalla scuola Marjory Stoneman Douglas High School di Parkland, in Florida, torna nell’istituto e apre il fuoco, uccidendo almeno 17 persone. Viene poi arrestato.

11 MAGGIO 2021, STRAGE DI KAZAN: Almeno nove le vittime della sparatoria avvenuta martedì mattina in una scuola di Kazan, nel centro della Russia. Alcuni di loro avrebbero cercato di mettersi in salvo, lanciandosi dal terzo piano dell’edificio. Più di trenta i feriti. L’autore della strage è un 19enne, ex studente dell’istituto, che avrebbe annunciato i suoi piani sui social prima dell’attacco.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata