La numero uno della Bce: "Nel 2021 vediamo Pil a +4% ma dipenderà dai vaccini"

“E’ una fortuna per l’Italia e per l’Europa che Mario Draghi abbia accettato la sfida: mettere fine alla crisi economia e sociale del suo Paese, in un momento in cui l’Italia è il Paese dell’Eurozona più colpito dalla pandemia”. Lo afferma la presidente della Bce, Christine Lagarde, al Journal du Dimanche. “Ho piena fiducia che Mario Draghi sarà all’altezza della sfida. Ha tutte le qualità che ci vogliono: la competenza, il coraggio e l’umiltà necessarie per riuscire nella sua nuova missione: far ripartire l’economia italiana, con l’aiuto dell’Europa” ha aggiunto Lagarde.
Parlando di un 2021 di “ripresa”, la numero uno della Bce ha precisato: “Il Pil sarà attorno al 4% nel 2021, forse leggermente sotto. Rappresenterebbe comunque già una crescita molto significativa rispetto al crollo del Pil del 6,8% registrato nell’area dell’Euro nel 2020″. Tutto dipenderà dalla politica e dalle campagne di vaccinazione” ha aggiunto “dipenderà anche dalle misure economiche prese dai governi in risposta alle condizioni sanitarie”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata