Milano, 30 ott. (LaPresse) – A settembre il numero di occupati risulta sostanzialmente stabile rispetto al mese precedente. E' quanto comunica l'Istat in una nota, spiegando che gli occupati nel mese aumentano di 6.000 unità. La stabilità è sintesi, da un lato, dell’aumento osservato tra le donne, i dipendenti a tempo indeterminato e gli over50 e, dall’altro, della diminuzione tra gli indipendenti e i 25-34enni. Nel complesso il tasso di occupazione sale di 0,1 punti percentuali al 58,2%.

Il livello dell’occupazione è tuttavia ancora inferiore, di quasi 330 mila unità, a quello di febbraio 2020 e rimane più elevato sia il numero di disoccupati, di circa 40 mila unità, sia quello degli inattivi, di oltre 220 mila unità.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata