Milano, 28 ott. (LaPresse) – L'Istat stima per il mese di settembre un aumento congiunturale per le esportazioni verso i Paesi extra Ue (+8,3%) e una lieve contrazione per le importazioni (-2,7%).

E' quanto emerge da una nota sull’interscambio commerciale dello scorso mese, nella quale l'istituto spiega che "l’incremento su base mensile dell’export è esteso a tutti i raggruppamenti principali di industrie ed è dovuto in particolare all’aumento delle vendite di beni strumentali (+11,5%) e beni intermedi (+10,6%); minimo è invece il contributo (0,2 punti percentuali) delle maggiori vendite di energia (+12,6%)".

"Dal lato dell’import, si rilevano cali congiunturali per quasi tutti i raggruppamenti, i più ampi per beni di consumo durevoli (-12,1%) e beni intermedi (-4,2%); in aumento solo gli acquisti di energia (+4,2%)", aggiunge l'Istat.

(segue)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata