Milano, 13 ott. (LaPresse) – Il Fondo monetario internazionale ha rivisto le stime sull'andamento dell'economia italiana nel 2020 prevedendo un calo del Pil del 10,6%, in miglioramento rispetto al -12,8% indicato a giugno.

E' quanto emerge dal World Economic Outlook, da cui si rileva come l'Italia andrà incontro l'anno prossimo a un rimbalzo del prodotto interno lordo del 5,2%, a fronte del +6,3% previsto a giugno.

L'istituzione di Washington fornisce stime anche su altri indicatori macro-economici. Il tasso di disoccupazione, per esempio, è previsto all'11% quest'anno e all'11,8% nel 2021, mentre i prezzi al consumo dovrebbero salire dal +0,1% al +0,6% e il bilancio delle partite correnti mostrare un surplus in calo dal 3,2% al 3%

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata