Così il ministro dell'Economia al Forum Ambrosetti a Cernobbio. Sul Pil: "Rimbalzo significativo nel terzo trimestre"

"La caduta media attuale del Pil non sarà troppo lontana dalle previsioni di aprile. Non ho ancora i dati, ma posso dire che al momento la nostra stima di contrazione annuale è ben inferiore a quanto stimato da alcuni previsori e non è a due cifre". Lo ha dichiarato il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, nel suo intervento al Forum Ambrosetti, in corso a Cernobbio. La previsione contenuta nella prossima Nadef "sarà un po' migliore di quella fatta da molti istituti in questi mesi e si avvicinerà a quella originaria", ha aggiunto Gualtieri, perché "i dati del terzo trimestre ci fanno aspettare una crescita superiore a quella del Def" con una "rimbalzo significativo nel terzo trimestre". 

A proposito del Recovery Fund Gualtieri ha dichiarato: "Arriviamo a questo appuntamento feriti dalla forza di questa pandemia, ma penso anche nelle condizioni per guardare al futuro con fiducia", dichiarando poi che "L'Europa questa volta è stata all'altezza della sfida". Il governo ha "la determinazione a non perdere" le "risorse importanti" in arrivo dall'Europa, "utilizzandole al meglio", cioè senza "disperderle in mille rivoli", ha spiegato ancora il ministro dell'Economia.

Durante il suo intervento al Forum Gualtieri ha spiegato che l'impegno del governo "Non è riportare l'Italia come era prima della crisi, perché quella Italia non era abbastanza forte, equa e sicura. Il nostro impegno è ritrovarci alla fine di questa emergenza in un Paese migliore. E questo richiede uno sforzo corale e collettivo che vogliamo sollecitare e incoraggiare".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata