Destinato agli studenti delle Accademie di Belle Arti di Italia e dei Conservatori di musica

 Sono stati assegnati i riconoscimenti della prima edizione del Premio di Pittura e Musica, destinato agli studenti delle Accademie di Belle Arti di Italia e dei Conservatori di musica che si uniscono, dettati da un’ispirazione comune, nella realizzazione di opere pittoriche e di composizioni musicali, in un unicum sinestetico di figure, colori e suoni. È quanto comunica, in una nota, l’Associazione “Francesca Diletta Gobbi”.Per la sezione “Pittura”, la vincitrice del Premio è stata Silvia Capuzzo, di Merano (BZ).Per la sezione “Musica” i vincitori del Premio sono Gregorio De Maria e Gioele Pierro, mentre una menzione speciale è stata attribuita dalla Giuria a Carlomaria Barracano, di Torino. La Giuria del Premio, composta per la sezione “Pittura” da Ugo Nespolo (Presidente), Massimo Guastella, Uccio Biondi, Dario Colombo e Giuseppe Lucia e per la sezione “Musica” da Giulio Castagnoli (Presidente), Mauro Cardi e Giuseppe Elos, ha valutato in generale elevato il livello delle opere pervenute e raggiunto un esito condiviso della valutazione delle stesse.La realizzazione dell’opera pittorica avrà luogo entro il 30 luglio e sarà esposta presso le Scuderie de Le Specchie di Ceglie Messapica fino al metà Settembre. L’opera sarà successivamente presentata, unitamente alle composizioni musicali vincitrici, nell’ottobre 2022 a Torino, in occasione di un evento artistico dedicato alla presentazione delle opere vincitrici, nel corso del quale le stesse saranno messe all’asta ed il ricavato sarà destinato a sostenere le attività della Associazione “Francesca Diletta Gobbi” e del Coordinamento Italiano Sostegno Donne Afgane Cisda Onlus.

 “Siamo lieti della fiducia accordata alla nostra iniziativa culturale” – dice il fondatore del Premio Leonzio Gobbi – “la produzione artistica dei giovani viene messa a dura prova dalle circostanze e da un modello sociale ed economico dominato dall’individualismo e dalla ricerca del benessere materiale. Cercando con le nostre iniziative di dare un messaggio costruttivo di speranza e condivisione speriamo che il premio possa avere un ruolo sempre più attivo come punto di riferimento per gli studenti delle Accademie e dei Conservatori musicali, soprattutto per promuovere la solidarietà e proporre alla attenzione pubblica giovani autori meritevoli”.Il Premio FDG di pittura e musica, nuovo nel suo genere, nasce nel ricordo di Francesca Diletta, bimba scomparsa a soli 10 anni per un male incurabile. In suo nome nel 2020 nasce un’Associazione che assiste bambini ed adulti sottoposti a cure, oltre ai loro familiari: un impegno volto a sostenere concretamente chi necessita di aiuto, nella consapevolezza di essere ognuno di noi l’anello di una catena, indispensabile per la realizzazione di una missione umanitaria. Da qui la scelta per l’edizione 2022 del Premio del tema: “La condizione delle bambine in Afghanistan. Identità, speranze e diritti negati”, al fine di manifestare attenzione e solidarietà verso queste bambine, attraverso il sostegno al Coordinamento Italiano Sostegno Donne Afgane C.I.S.D.A. Onlus oltre all’Associazione FDG, a cui andrà il ricavato dalla vendita delle opere realizzate.

 L’Associazione offre ai vincitori come premio la possibilità di trascorrere un soggiorno artistico, immersi nella natura e lontano dai luoghi quotidiani, trascorrendo ore di produzione creativa, nelle quali i musicisti interagiranno con i compagni pittori, nella cornice suggestiva delle Scuderie della sede estiva dell’Associazione, presso la Masseria Le Specchie a Ceglie Messapica (BR).Un periodo di confronto artistico che mira ad ampliare la conoscenza dell’arte e della musica contemporanea sul territorio nazionale, che si concluderà nel mese di ottobre a Torino con l’emozionante “mostra-concerto” e l’asta finale delle opere realizzate Contenuti multimediali saranno resi disponibili sul sito del premio all’indirizzo www.premiofdg.org e sulla pagina YouTube del Premio

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata