Maltempo, allarme rosso in Emilia, scontro Cina-Usa, liti nel governo, tennis e Giro d'Italia. Gli eventi da non perdere di martedì 14 maggio
Maltempo, allarme rosso in Emilia, scontro Cina-Usa, liti nel governo, tennis e Giro d'Italia. Gli eventi da non perdere di martedì 14 maggio

LaPresse e upday presentano gli eventi da non perdere di martedì 14 maggio 2019

Maltempo - Allarme rosso anche oggi in Emilia. Oltre al Savio (che è esondato) sono a rischio Secchia, Panaro, Reno e gli altri torrenti romagnoli. Oggi, secondo il Dipartimento della Protezione civile, un'ampia area ciclonica sull'Italia centro meridionale causerà ulteriori instabilità, piogge forti e temporali. Venti forti e sensibile calo delle temperature completano un quadro che porta, appunto, all'allarme rosso nella parte più colpita della regione (Forlì e Cesena) con scuole chiuse e consiglio alla popolazione di uscire il meno possibile. Allarme arancione sul resto dell'Emilia Romagna e su parte di Marche, Abruzzo e Molise. Allerta gialla su Umbria, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Problemi di trasporti con la linea ferroviaria Rimini-Bologna bloccata e alcune strade minori interrotte che hanno provocato l'isolamento per alcune famiglie (una quindicina di persone) a Mercato Saraceno e altre amcora irraggiungibili in diversi punti della zona colpita.

Matteo Salvini

Scontro nel governo - Lega e M5S non perdono occasione per scontrarsi. Ed è prevedibile che sarà così per altre due settimane fino al voto europeo del 26 maggio. Salvini è impegnato in comizi che, ormai, trovano quasi sempre gruppi di persone a contestare con conseguente tensione e interventi della Polizia. Di Maio fa notare al leader leghista che tutto questo "crea tensione" e che "c'è bisogno di equilibrio". Salvini accusa il M5S di essere in combutta col Pd contro autonomie regionali e flat tax. Il meccanismo delle reciproche accuse e della presa di distanza tra i due alleati (stando al voto in Sicilia) sembra favorire il M5S che, quindi, non sembra intenzionato ad abbassare i toni della polemica. Il governo è anche andato sotto in commissione Difesa sulla libertà sindacale nelle Forze Armate: Lega e M5S hanno votato in modo difforme. E Di Maio rilancia: inece di autonomia e flat tax propone che si vada subito ad approvare il salario minimo garantito a 9 euro all'ora, tema sul quale potrebbe trovare l'appoggio del Pd.

Donald Trump

Dazi Usa-Cina - I cinesi hanno risposto pan per focaccia agli Stati Uniti sulla questione dei dazi. All'aumento (dal 10 al 25%) su prodotti importati dalla Cina per circa 250 miliardi di dollari all'anno, hanno aumentato le tariffe su prodotti (soprattutto agricoli) importati dagli Usa per 60 miliardi. E l'amministrazione americana ha rilanciato con un altro pacchetto da 300 miliardi che praticamente comprende tutti gli altri prodotti (3.805) finora rimasti fuori. Fortunatamente non tutti i nuovi dazi entrano in vigore immediatamente, questo nuovo pacchetto scatterà il 17 giugno e ovviamente i dazi si applicano materialmente all'arrivo delle prime navi nei porti cioé tra una decina di giorni. Ma intanto i mercati ne risentono pesantemente e Wall Street ha preso una sberla pesante: alla chiusura il Dow Jones ha fatto segnare un -2,38%, il Nasdaq -3,41%. Stesso discorso per le piazze europee. E anche le parole salgono di tono. Trump accusa i cinesi di aver "rubato per anni", mentre da Pechino ritengono che si debba ritornare a trattare e gli economisti di tutto il mondo ricordano che la Cina detiene gran parte dei buoni del Tesoro americano. In sostanza, la Cina ha in mano gran parte del debito pubblico Usa e nessuno osa pensare cosa accadrebbe se decidesse di riscuotere.

La vittoria di Viviani a Orbetello. Il velocista, però, è stato squalificato e la vittoria è andata a Gaviria

Giro d'Italia - Si corre oggi la quarta tappa del Giro d'Italia. E' la Orbetello-Frascati di 235 chilometri. Dalla bassa Toscana si attraversa l'alto Lazio lungo un percorso non difficile, qua e là nervoso e leggermente ondulato. Il finale, verso Frascati, presenta qualche difficoltà e ila starada sale comunque verso i Castelli Romani. Ma poi sarà anche questa una tappa per velocisti a meno che qualcuno non riesca a costruire un colpo di mano. Ieri, a Orbetello, Elia Viviani aveva vinto, ma la giuria ha visto la sua deviazione di linea e ha consegnato al colombiano Gaviria una vittoria senza sorriso. I velocisti, pirati delle volate, hanno un loro codice: quella di Viviani non è stata vissuta come una scorrettezza voluta anche se, a norma di regolamento, non si può fare. Oggi Viviani ci riproverà. Il Giro riparte con la maglia rosa sulle spalle dello sloveno Primoz Roglic che comanda la corsa davanti a Yates e a Nibali. La maglia ciclamino della classifica a punti è sulle spalle di Gaviria, quella azzurra degli scalatori ce l'ha Giulio Cicconi. La bianca (giovani) è detenuta dallo spagnolo Miguel Angel Lopez.

Fabio Fognini celebra la vittoria su Tsonga

Tennis a Roma - Terza giornata degli Internazionali Bnl di Tennis sui campi del Foro Italico di Roma. Il clou (campo centrale intorno alle 13,30) vede di fronte il numero 5 del mondo, il tedesco Alexander Zverev contro l'italiano (romano), 23 anni, Matteo Berrettini. I due si sono incontrati l'anno scorso e vinse Zverev. Quest'anno le cose potrebbero essere un po' diverse grazie alla grande crescita dell'azzurro e il lieve calo del tdesco. Zverev, comunque, resta super favorito. In campo anche Marco Cecchinato contro il tedesco Philip Kolschreiber in un incontro difficile ma abbordabile per il napoletano. Un altro azzurro, Andrea Basso (a Roma con una wild card) se la vedrà col croato Marin Cilic (numero 9 del tabellone) in un incontro dal pronostico univoco. Domani tocca a Djokovic in attesa di Nadal e Federer. In campo femminile, fuori le tre italiane (Errani, Paolini e Cocciaretto), oggi giocano Pliskova, Svitolina e Barty. Domani in campo le grandi: Osaka, Serena Williams e Kvitova.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata