Acca Larentia, il militante di estrema destra alla videoreporter di LaPresse: "Ti spacco la telecamera"

Tensioni alla commemorazione a Roma alla commemorazione del 42esimo anniversario della strage

Tensioni alla commemorazione delle vittime di Acca Larentia, a Roma. Un militante di estrema destra si avvicina alla videoreporter dell'agenzia stampa LaPresse e la minaccia. "Non puoi fare le riprese, ti spacco la telecamera". Poi passa all'azione e dà un calcio alla videocamera. L'aggressione in via Acca Larenzia, dove nel pomeriggio di martedì 7 gennaio alcune centinaia di persone si sono riunite per il 42esimo anniversario del duplice omicidio a sfondo politico davanti a una sede Msi in cui furono uccisi due attivisti, Franco Bigonzetti e Francesco Ciavatta, a cui seguì poi la morte di Stefano Recchioni, militante ucciso nei successivi scontri con le forze dell'ordine. Il video si conclude con i partecipanti schierati che fanno il saluto romano al grido di "presente!".