È successo la notte dell'1 luglio: poliarebbe stato raggiunto alle spalle da uno o più uomini che gli hanno versato del liquido infiammabile addosso e gli hanno dato fuoco

Un uomo del 1983 di Frattamaggiore nel Napoletano,  è stato date alle fiamme mentre era seduto su una panchina di via Tiziano impegnato in una videochiamata con la sua fidanzata. Dalle prime ricostruzioni sarebbe stato raggiunto alle spalle da uno o più uomini che gli hanno versato del liquido infiammabile addosso e gli hanno dato fuoco. È successo la notte dell’1 luglio intorno alle OO:50 e sui fatti indaga la polizia.Gli agenti sono intervenuti direttamente presso l’ospedale di Frattamaggiore dove il 39enne era stato portato dal fratello e si trovava in quel momento in coma farmacologico in sala di rianimazione. Presentava ustioni sul 35% del corpo.

La vittima si chiama Nicola Liguori e risulta avere precedenti di polizia. Sono in corso le indagini per accertare il o i responsabili dell’accaduto e gli eventuali moventi. L’uomo è riuscito a trascinarsi, nonostante le pesantissime ustioni sul 35% del corpo, fino a casa della madre e del fratello che lo ha portato d’urgenza all’ospedale di Frattamaggiore da dove poi è stato trasferito in altre strutture.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata