Non avevano i requisiti per ottenere il sussidio

(LaPresse) Percepivano il reddito di cittadinanza senza averne i requisiti. I carabinieri della Compagnia di Misilmeri e del Gruppo Carabinieri Tutela Lavoro di Palermo hanno denunciato 39 persone residenti nei Comuni di Misilmeri, Bolognetta, Belmonte Mezzagno, Campofelice, Godrano, Villafrati, Ficarazzi e Bagheria, in provincia di Palermo, per indebita percezione del sussidio a sostegno dei poveri.

Le denunce sono arrivate a conclusione di una complessa attività investigativa, avviata nell’ottobre scorso, appurando che le persone coinvolte (25 donne e 14 uomini), per eludere i controlli da parte dell’Inps, avevano reso dichiarazioni false al momento dell’istanza o omettevano, percepito il beneficio, informazioni dovute che avrebbero influito sull’importo percepito, ottenendo indebitamente il sussidio. Qualcuno ha anche omesso di comunicare la detenzione di un componente del proprio nucleo familiare.

E’ solo l’ultima di una lunga serie di operazioni delle forze dell’ordine che hanno smascherato i cosiddetti ‘furbetti’ del reddito di cittadinanza. A inizio dicembre altri tre arresti erano scattati in provincia di Milano.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata