Così la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia a margine di un convegno a Varenna

(LaPresse) “La violenza contro le donne è una piaga aberrante e inaccettabile nel nostro Paese, ancora troppo presente, che ha radici profonde in subculture di prevaricazione e che tolgono alle donne la libertà e la dignità che invece la nostra Costituzione assegna a tutte le cittadine e i cittadini”. Lo ha detto la ministra per le Pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti, a maergine di un evento a Varenna commentano le polemiche nate dopo le parole, in televisione, di Barbara Palombelli. “Portare a termine un processo di parità di genere, di pieno rispetto nei confronti delle donne è un dovere istituzionale, ma anche culturale. La violenza contro le donne non ha mai giustificazione, non esistono ragioni che possano giustificare un atto di violenza La violenza va ripudiata senza ‘se’ e senza ‘ma'”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata