Una delegazione ricevuta per discutere sul futuro dell'impianto partenopeo

(LaPresse) – Alcune centinaia di operai della Whirlpool, partiti da Napoli alle prime ore della giornata, sono arrivati in corteo dalla stazione Termini al Ministero dello Sviluppo Economico. I manifestanti hanno montato alcune tende di fronte alla sede del Mise in attesa di avere notizie dalla delegazione ricevuta da alcuni esponenti del Ministero sul futuro dell’impianto partenopeo. La multinazionale ha confermato, in più di una occasione, che i licenziamenti ci saranno e la fabbrica sarà chiusa.

Il tavolo per Whirlpool sarà convocato al Mise il 23 settembre con l’azienda in presenza. Lo si apprende da fonti presenti al tavolo. Nel tavolo, spiegano le fonti, Invitalia illustrerà il piano Todde su Napoli e delineerà quale percorso verrà fatto per la reindustrializzazione e per la gestione del riassorbimento dei lavoratori. L’Azienda nell’incontro del 23 assicura che si impegnerà a dare tutto il supporto necessario per la transizione dei lavoratori.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata