La Procura di Parma ha ricostruito così la dinamica dell'omicidio di Daniele Tanzi

Ucciso dall’ex compagno della fidanzata mentre si trovava con lei in un edificio abbandonato. , giovane originario di Casalmaggiore, in provincia di Cremona. Il suo corpo senza vita è stato trovato, nella notte, dalla Polizia, in via Volturno, a Parma, all’interno di un edificio abbandonato, non lontano dalla frazione di Vicofertile. La Procura della città emiliana, dopo una giornata di indagini, ha ricostruito quanto dovrebbe essere accaduto: il giovane è stato ucciso nell’edificio abbandonato, alle porte della città, mentre era insieme alla sua fidanzata, una ragazza parmigiana. In base a quanto ricostruito, Tanzi sarebbe stato ucciso dall’ex compagno della giovane, con un coltello, ritrovato in queste ore nel canale adiacente il vecchio mulino. Gli agenti della Scientifica hanno individuato anche gli indumenti utilizzati dall’aggressore, che ha ammesso, dopo le dichiarazioni della ex fidanzata, l’accusa. La Procura della città emiliana ha quindi disposto il fermo dell’autore dell’omicidio. Tanzi, poco più che maggiorenne, frequentava l’Istituto Santa Chiara, a Casalmaggiore, nel Cremonese, dove era iscritto al 4° anno e dove studiava per diventare meccanico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata