La decisione del Tribunale di Sorveglianza di Torino

Esce dal carcere Dana Lauriola, ex portavoce e attivista No Tav in carcere dal 17 settembre per una manifestazione del 2012 ad Avigliana. Il Tribunale di Sorveglianza di Torino, secondo quanto si apprende, ha stabilito per Lauriola la detenzione domiciliare.

Lauriola è stata condannata a due anni di carcere per una manifestazione del marzo 2012 sulla A32, quando venne bloccato il casello e alcuni automobilisti passarono senza pagare il pedaggio. Il Tribunale ha accolto le richieste dei suoi legali sulle misure alternative.

“Finalmente una parte di questa ingiustizia termina, ma non ci possiamo accontentare, vogliamo Dana completamente libera”, commenta in una nota il movimento No Tav. Il Tribunale di Sorveglianza ha deciso per la scarcerazione, dopo che Lauriola si trovava in cella dal 17 settembre 2020 per una condanna definitiva a due anni di carcere relativa a una manifestazione del 2021. “Dana sarà agli arresti domiciliari con tutte le restrizioni del caso, non potrà ricevere visite o altro, ma ci batteremo anche contro questa ennesima vendetta”, conclude la nota.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: