Milano, 18 nov. (LaPresse) – Questa mattina la polizia ha arrestato a San Giuliano Milanese (Milano) un 25enne di origine egiziana ritenuto responsabile dell'omicidio di una 45enne, avvenuto nel pomeriggio del 28 aprile di quest'anno a casa della donna a Milano. La polizia ha accertato che l'uomo, come testimoniato da comunicazioni telefoniche e messaggi su WhatsApp, aveva incontrato la vittima nell'appartamento di lei e, dopo una ventina di minuti, si era allontanato per tornare a casa. Secondo gli investigatori il 25enne avrebbe soffocato la donna con una stretta al collo, che non ha lasciato segni visibili sulla pelle, prima di allontanarsi. Il giorno seguente un amico della vittima, preoccupato dal fatto chenon rispondesse al telefono, si era recato a casa sua e aveva scoperto il cadavere in cucina. L'autopsia ha poi rilevato una rottura bilaterale dei cornetti tiroidei dovuta al soffocamento da compressione determinato da un'azione violenta. Gli agenti, attraverso l'ascolto di testimoni, l'attività tecnica e l'analisi delle immagini riprese dai sistemi di videosorveglianza, hanno individuato il 25enne di origine egiziana. È in corso la perquisizione dell'appartamento dell'arrestato, mentre gli agenti stanno sentendo i coinquilini per ottenere ulteriori elementi di riscontro sulle accuse.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata