Torino, 7 nov. (LaPresse) – Ieri sera il Veneto ha inviato una circolare a tutte le Usl e a tutte le strutture pubbliche e private convenzionate che prevede la sospensione di "tutta l'attività chirurgica programmata per la quale è previsto il ricorso in terapia intensiva post-operatoria, con l'intento di non occupare posti di terapia intensiva, chiaramente non le emergenze-urgenze, come incidenti, infarti, ictus". Così l'assessore alla Sanità Manuela Lanzarin.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata