Milano, 23 ott. (LaPresse) – "E' assolutamente prevedibile che avremo un aggravamento delle situazioni per ragioni oggettive. Primo punto: posti letto. Abbiamo una situazione pesante ma la programmazione fatta ci consente ancora di reggere. Con questi numeri non c'è nessun sistema ospedaliero al mondo in grado di reggere l'onda d'urto. Oggi reggiamo grazie allo spirito di sacrificio di medici e infermieri. Nel giro di pochi giorni rischiamo di avere le terapie intensive intasate". Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in una diretta social.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata