Savona, 30 ago. (LaPresse) – Arresto per maltrattamenti ad Alassio, in provincia di Savona. Si tratta di un cittadino bengalese, A.A. di 23 anni, che ripetutamente dal 2013 ad oggi ha maltrattato fisicamente la compagna, una donna italiana di 30 anni, con cui conviveva ad Alassio, in vico Piemonte. Nella mattinata di ieri militari della Radiomobile della compagnia di Alassio sono intervenuti nell’abitazione della coppia in seguito alla segnalazione di un diverbio tra i due conviventi, già noti per non avere buoni rapporti. I carabinieri hanno trovato all’ingresso dell’abitazione la donna in lacrime, che ha asserito di aver avuto l’ennesima lite con il compagno per motivi economici, dato che le uniche entrate regolari provenivano dal suo lavoro come lavapiatti ed erano insufficienti per le spese di casa, mentre l’uomo avrebbe speso il proprio stipendio da cameriere in alcolici e droga, che avrebbe anche spacciato quando aveva bisogno di denaro extra. La lite è poi degenerata e l’uomo, dopo aver rotto numerose suppellettili all’interno dell’abitazione, ha minacciato di morte la compagna e l’ha riempita di sputi, per poi impugnare un manico di scopa in alluminio con cui l’ha percossa con violenza sul capo. La giovane è riuscita a sottrarsi e a chiamare i soccorsi.

La donna ha raccontato che non si trattava della prima volta che veniva picchiata e di non voler più vivere in quel modo. A.A., che si trovava ancora in casa, alla vista dei militari non ha opposto resistenza: è stato arrestato e portato in carcere a Savona, in attesa di essere interrogato. La giovane è stata accompagnata in ospedale, dove le è stato riscontrato un trauma cranico minore. A.A. è stato anche denunciato per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio dato che nel corso della perquisizione domiciliare fatta dai militari in seguito all’intervento è stato trovato un panetto di hashish di quasi 60 grammi e un bilancino di precisione, il tutto posto sotto sequestro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata