35.427 casi in Italia nelle ultime 24 ore

Sono 35.427 le nuove diagnosi di Covid registrate in Italia nelle ultime 24 ore. I decessi sono 41. L’Rt medio è in ripresa – allo 0,83 – mentre il tasso di incidenza si fissa a 310 casi per 100mila abitanti.

Dalla flash survey, l’indagine rapida condotta dall’Istituto superiore di Sanità e dal ministero della Salute insieme ai laboratori regionali e alla Fondazione Bruno Kessler, è emerso che lo scorso 7 giugno in Italia la variante Omicron aveva una prevalenza stimata al 100%, con la sottovariante BA.2 predominante (62,98%). Tuttavia, la survey sottolinea “l’aumento di casi riconducibili alle sottovarianti BA.4 e BA.5”, con quest’ultima che “sale al 23,15% della stessa Omicron”.

Continua a salire il tasso di positività: oggi, su 185.819 tamponi analizzati, è al 19,1%. Un test ogni 5, dunque, è risultato positivo al virus. In lieve aumento i ricoveri (+17), sostanzialmente stabili le terapie intensive (-1). “Il tasso di occupazione dei posti di area medica e di terapia intensiva è rispettivamente al 6,7% e all’1,9% dunque stabile rispetto alla scorsa settimana”, conferma Giovanni Rezza, Direttore Generale della Prevenzione sanitaria presso il Ministero della Salute. “Fortunatamente – assicura – non c’è una tendenza alla congestione delle strutture ospedaliere. Considerato però che la velocità di circolazione virale è ancora relativamente elevata – avverte Rezza – anche laddove non è obbligatorio è bene sempre considerare l’uso di mascherina soprattutto in presenza di forte aggregazioni ed è raccomandata la somministrazione della quarta dose in maniera particolare alle persone più anziane e ai più fragili”, conclude.

E mentre l’Oms conferma che gli attuali vaccini disponibili “continuano a mostrare una forte protezione contro malattie gravi e morte in tutte le varianti virali osservate fino ad oggi” da oltreoceano arriva la notizia che l’Fda ha autorizzato la somministrazione dei vaccini Moderna e Pfizer per i bambini di età inferiore ai 5 anni, a partire dai sei mesi d’età.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata