Bonaccini: "Buona notizia per tutti coloro che sono impegnati nell'accelerazione della campagna vaccinale"

Anche i medici specializzandi somministreranno i vaccini contro il coronavirus. È stata sottoscritta un’intesa tra Governo e Regioni e il ministro della Salute, Roberto Speranza, si è detto soddisfatto: “Grazie a tutti i medici specializzandi del nostro Paese che hanno unitariamente sottoscritto l’intesa con Governo e Regioni per partecipare attivamente alla campagna di vaccinazione covid. È un altro passo avanti che ci rende più forti nella sfida decisiva dei prossimi mesi”.

Una sfida che, mentre sembra ormai inevitabile la terza ondata di contagi, si fa sempre più dura e urgente. Per questo motivo si è svolto a Roma, nella sede del Dipartimento di Protezione civile, il Comitato Operativo, per fare il punto sulla campagna vaccinale in corso. Il tavolo, convocato e presieduto dal Capo Dipartimento Fabrizio Curcio, d’intesa con il Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, il generale Francesco Paolo Figliuolo, ha visto la partecipazione delle strutture regionali di protezione civile, dei referenti sanitari locali e di tutte le componenti del Servizio Nazionale, anche in videocollegamento. È stata ribadita la necessità di rafforzare in ogni Regione tavoli di coordinamento tra referenti sanitari e di protezione civile per fornire un quadro di sintesi delle singole realtà regionali. Questo allo scopo, spiega la stessa Protezione civile, di garantire un’efficiente pianificazione e valutazione degli ambiti su cui intervenire per potenziare la capacità di risposta dei singoli territori, in particolare nella distribuzione e somministrazione dei vaccini, anche in vista del prossimo incremento di dosi disponibili.

Mentre il leader della Lega, Matteo Salvini, torna a chiedere a gran voce di cercare vaccini ovunque siano disponibili: “India, Israele, Stati Uniti, Russia, San Marino. Se ci sono vaccini che funzionano, vista la gestione finora fallimentare dell’Europa, non bisogna fermarsi e cercare ovunque: la salute degli italiani viene prima di tutto”.

Soddisfazione è stata invece espressa dalle Regioni, attraverso il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini, per l’accordo con gli specializzandi: “I medici specializzandi parteciperanno alle attività di somministrazione dei vaccini contro il SARS-CoV-2 a partire dal primo anno di corso della scuola di specializzazione. È una buona notizia per tutti coloro che sono impegnati nell’accelerazione della campagna vaccinale in corso che da oggi ha un prezioso strumento in più. La partecipazione – ha aggiunto Bonaccini – avverrà volontariamente e non inciderà sull’orario della formazione specialistica. Saranno le Regioni a reclutare i medici specializzandi anche attraverso le aziende e gli enti del SSN”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata