La decisione del governo per far fronte alle varianti

In Israele il governo del premier uscente Benjamin Netanyahu ha deciso di chiudere da lunedì l’aeroporto internazionale Ben Gurion di Tel Aviv fino al 31 gennaio. La mossa è un tentativo di rallentare la diffusione delle nuove varianti di coronavirus. Sono previste eccezioni per persone che partecipano a funerali, pazienti e voli cargo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata