Il neo presidente: "Rischiamo di raggiungere 500mila morti"

Accelerare vaccinazioni, test e tracciamento, potenziare l’uso delle mascherine (che saranno obbligatorie per i viaggi di ogni tipo) e fare in modo da riaprire le scuole. Mentre le vittime del coronavirus negli Stati Uniti (oltre 406mila), ancora in piena pandemia, hanno superato il numero di decessi Usa nella Seconda guerra mondiale, Joe Biden sceglie di dedicare proprio alla lotta al Covid-19 la sua prima giornata piena alla Casa Bianca. Dopo un’inauguration piena di decreti simbolici per spazzare via le politiche di Donald Trump più controverse, è la volta di 10 ordini esecutivi tutti per la gestione della pandemia.

“Un’iniziativa da tempi di guerra”, l’ha definita lo stesso Biden. Uno degli ordini esecutivi da lui firmato mira a usare autorizza l’uso del Defense Production Act, una legge risalente alla Guerra fredda, per dare istruzioni a tutte le agenzie federali e industrie private per produrre tutto il necessario a tutelare i cittadini dal virus. “Il bilancio dei morti probabilmente salirà a 500mila il prossimo mese, i casi continueranno a salire” e “ci vorranno mesi per invertire la tendenza delle cose, ma fatemi essere chiaro, sconfiggeremo la pandemia”, ha però assicurato.

La distanza da Trump inizia da un punto fondamentale: Biden adotta misure nazionali, dunque la gestione della pandemia non viene più lasciata ai singoli Stati come sotto la presidenza del repubblicano. L’uso delle mascherine diventa obbligatorio per tutti i viaggi, dunque in aeroporti, aerei, navi, bus, treni e trasporti pubblici; chi arriva dall’estero deve fornire un test con esito negativo prima della partenza per gli Usa e fare la quarantena all’arrivo. Sulla vaccinazione, viene ribadito l’obiettivo di 100 milioni di dosi nei primi 100 giorni: “ambizioso, ma raggiungibile”, ha detto il coordinatore della task-force contro il Covid, Jeff Zients. E poi le scuole: Biden vuole la riapertura della maggior parte degli istituti nei primi 100 giorni e ha chiesto ai dipartimenti di Istruzione, Salute e Human service di fornire linee guida chiare sulle riaperture. Un punto cruciale secondo il dem per far ripartire l’economia, consentendo ai genitori di tornare al lavoro e ai ristoranti di riavere clienti in pausa pranzo.

Non mancano però le incertezze sulle iniziative di Biden: lo strumento giuridico dell’ordine esecutivo non necessita in sé di un via libera del Congresso, ma molti dei provvedimenti dovrebbero essere finanziati con il maxi pacchetto di stimolo economico da 1,9 trilioni di dollari annunciato da Biden la scorsa settimana. Pacchetto che però andrà, questo sì, approvato dal Congresso, con le tempistiche che questo richiede. “Ci servono soldi – ha sintetizzato Zients -per aumentare i test, il che è importante per riaprire le scuole e anche le attività commerciali”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata