Londra ne ha autorizzato l'uso dopo lo stop dell'Agenzia europea per i medicinali

 La Gran Bretagna ha autorizzato l’uso di un secondo vaccino contro il Covid-19, diventando il primo Paese a dare il via libera a quello che gli ideatori sperano possa diventare il “vaccino per il mondo”. Il governo del Regno Unito afferma che l’Agenzia di regolamentazione dei farmaci e dei prodotti sanitari ha rilasciato un’autorizzazione di emergenza per il vaccino sviluppato dall’Università di Oxford e dalla Big Pharma britannica AstraZeneca.

L’amministratore delegato di AstraZeneca Pascal Soriot ha detto che “oggi è un giorno importante per milioni di persone nel Regno Unito che avranno accesso a questo nuovo vaccino. Si è dimostrato efficace, ben tollerato, semplice da somministrare ed è fornito da AstraZeneca senza scopo di lucro. Vorremmo ringraziare i nostri numerosi colleghi di AstraZeneca – ha aggiunto – l’Università di Oxford, il governo del Regno Unito e le decine di migliaia di partecipanti alla sperimentazione clinica”. 

Solo ieri il vicedirettore esecutivo dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema), Noël Wathion, aveva definito “improbabile” che il farmaco sviluppato dall’azienda britannica riceva l’approvazione dall’authority europea a gennaio. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata