Aumentano i contagi a fronte però di più tamponi: sono 128mila quelli processati nelle ultime 24 ore

Sono 11.212 i nuovi casi di coronavirus in Italia e 659 i morti nelle ultime 24 ore a fronte di oltre 128mila tamponi processati. Questi i dati emersi dall’ultimo bollettino pubblicato dal ministero della Salute e dalla Protezione Civile che certifica numeri in crescita rispetto a quelli di ieri quando i morti erano 445 e i casi 8.585 a fronte però di un numero dimezzato di tamponi: 24 ore fa erano 68.681 i test effettuati. Il totale dei casi da inizio pandemia sale quindi a 2.067.487 persone mentre quello delle vittime supera quota 73mila arrivando a 73.029. 

Nelle ultime 24 ore scende il tasso di positività che passa dal 12,5% di ieri all’8,7% di oggi: ciò significa che su 100 tamponi effettuati più di 8 sono positivi mentre ieri erano oltre 12. Per quanto riguarda il numero di guariti o dimessi, sono 17.044 quelli registrati nelle ultime ore mentre si registra un calo di 16 unità nelle terapie intensive e una diminuzione dei ricoveri ordinari di 270 pazienti.

Analizzando invece i dati delle singole regioni continua a essere il Veneto quella più colpita, triste primato che mantiene costante dall’inizio di questo mese e che nelle ultime ore l’ha vista registrare 2.655 nuovi casi. Subito dopo c’è il Lazio con 1.218 nuovi positivi e un rapporto tra positivi e tamponi effettuati del 10%, come spiegato dall’assessore alla Sanità regionale, Alessio D’Amato. Nelle altre regioni invece il numero di nuove persone che hanno contratto il Covid-19 nelle ultime 24 ore si attesta al di sotto delle 1000 unità con incrementi a tre o a due cifre. Chi ha avuto meno contagi è invece il Molise che segna solo sette nuovi contagi rispetto a ieri. 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata