La Calabria rimane 'zona rossa', come previsto dal Dpcm. Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso presentato dal governatore facente funzioni Spirlì, poco dopo l'entrata in vigore del provvedimento del Governo che identificava anche la Calabria, insieme a Lombardia, Piemonte e Valle d'Aosta come regione ad alto rischio. Non ci sarà quindi alcuna sospensione cautelare urgente del Dpcm del 3 novembre scorso. La decisione arriva dalla prima sezione del Tar del Lazio, che ha respinto il ricorso della Regione Calabria, e fissato la camera di consiglio il prossimo 18 novembre.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata