Serie A, Ferrari replica a Parolo: Sassuolo-Lazio 1-1

Primo pareggio per i biancocelesti in Serie A che sono ora a -3 dall'Inter. Emiliani settimi con 19 punti

La Lazio fallisce l'opportunità di avvicinarsi alle posizioni di vertice e deve accontentarsi del pari con un Sassuolo ostico dopo una partita dai due volti: più vivace nella prima frazione, dove sono stati segnati i gol che hanno sancito l'1-1, e sotto tono nel secondo tempo. Inzaghi recupera Leiva dopo lo stop di 20 giorni e schiera Luis Alberto e non Correa (per i primi 56') alle spalle di Immobile, De Zerbi si mette a specchio tatticamente, scegliendo il 3-5-2 ed è battaglia sin dai primi minuti. Parte meglio il Sassuolo ma segna prima la Lazio. La prima occasionissima è per Sensi, fresco della chiamata del ct Mancini. Tocco geniale di Boateng per il centrocampista, che si presenta a tu per tu con Strakosha ma di testa la spedisce fuori di pochissimo. La replica biancoceleste porta al gol all'8': Immobile cambia gioco per Luis Alberto, che controlla e calcia in diagonale col destro. Magnani salva in extremis sulla linea, ma Parolo è nel posto giusto al momento giusto per raccogliere la ribattuta e mette in rete la palla con un tap-in facile facile. Reazione furiosa del Sassuolo che già al quarto d'ora trova il pari. Sugli sviluppi del corner, la palla arriva sulla destra dove c'è Lirola, che crossa sul secondo palo per Ferrari, abile ad anticipare Lulic e a superare di testa Strakosha. Il botta e risposta continua al 29' quando Immobile per poco non riporta su la Lazio. Destro fortissimo dell'attaccante della Lazio, che da posizione molto defilata calcia ad incrociare: Consigli battuto viene salvato dal palo. Al 36' Locatelli salva il Sassuolo con una scivolata provvidenziale su Acerbi, salito su un contropiede e pronto a calciare dalla parte sinistra dell'area di rigore.

Il finale di tempo è tutto di marca laziale. Al 41' cross dalla sinistra, palla che sfila sulla destra per Patric che mette dentro un altro traversone per Parolo che non riesce a schiacciare di testa mentre un minuto prima del riposo Parolo di testa fa la sponda per Milinkovic, che disturbato da Luis Alberto riesce comunque a calciare verso Consigli che respinge. Nella ripresa al 5' si comincia subito con un uno-due Adjapong-Sensi, con quest'ultimo che prende il tempo ad Acerbi e calcia di prima dal lato corto dell'area verso la porta di Strakosha, che guarda la palla finire sopra la traversa. La Lazio si fa vedere al 16': Lulic serve Immobile, l'attaccante rientra sul destro e calcia dall'altezza del dischetto di rigore, trovando però l'opposizione di un difensore neroverde. Poco dopo ancora Immobile punta l'area, vede Correa tutto solo alla sua sinistra, lo serve ma l'argentino viene ipnotizzato da Consigli, che salva tutto. L'arbitro ferma tutto per fuorigioco dell'ex Siviglia. A 25' la replica del Sassuolo con Duncan che di sinistro sul primo palo dal limite dell'area impegna Strakosha. Le emozioni latitano nel secondo tempo e l'ultimo brivido arriva a 2' dalla fine: clamoroso errore di Strakosha, che regala palla a Babacar. L'attaccante del Sassuolo riceve e prova a sorprendere tutti con un pallonetto dal limite, conclusione alta. La Lazio rimane (momentaneamente) al 4° posto in classifica con 22 punti, il Sassuolo è 7° a 19. 


SASSUOLO-LAZIO 1-1
7' Parolo (L), 15' Ferrari (S)

SASSUOLO (3-5-2): Consigli; Magnani, Marlon, Ferrari; Lirola, Sensi (68' Djuricic), Duncan, Locatelli, Adjapong (82' Rogerio); Boateng (85' Babacar), Berardi. All. De Zerbi
LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Patric, Parolo, Leiva (78' Berisha), Milinkovic-Savic, Lulic (73' Lukaku); Luis Alberto (56' Correa), Immobile. All. Inzaghi
ARBITRO: Calvarese di Teramo
NOTE: Ammoniti Duncan (S), Radu (L), Luis Alberto (L), Adjapong (S), Luiz Felipe (L), Marlon (S), Locatelli (S)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata