Serie A, Ounas-Insigne stendono Sassuolo: Napoli a -6 dalla Juve

Gli emiliani ottavi a quota 13. Espulso nel finale Rogerio

Una fiammata di Ounas e una perla di Insigne. Bastano due reti al Napoli per aver ragione del Sassuolo di Roberto De Zerbi, match deciso da due grandi giocate individuali che hanno certificato il dominio dei partenopei per quanto visto nei novanta minuti, vittoria che permette agli azzurri di mantenere il secondo posto in solitaria e volare a quota 18 punti, a meno 6 dalla Juventus.

Subito Ounas. La squadra di Ancelotti è arrembante sin dai primi minuti di gioco e infatti prima sfiora il gol con un'azione di Zielinski e poi lo trova già al minuto 3' con Ounas: l'algerino sfrutta un disimpegno errato di Locatelli, salta Magnani con un delizioso pallonetto e buca Consigli con un sinistro imparabile che vale l'1-0. Ma il Napoli non si ferma qui, continua a macinare gioco e sfiora il raddoppio due volte con Dries Mertens, che prima calcia male con l'esterno destro e poi si fa murare dal portiere del Sassuolo che è bravo a deviare la palla in corner. Superato lo choc iniziale il Sassuolo tenta la reazione d'orgoglio al 21' con un destro al volo di Boateng che si perde sul fondo, poi è ancora il Napoli ad avere due grandi occasioni per raddoppiare, prima con Zielinski (destro addosso a Consigli) e poi con Simone Verdi che colpisce il palo direttamente da calcio d'angolo, col Sassuolo che riesce così a tenere lo 0-1 fino al termine della prima frazione.

TUTTI I RISULTATI DELL'OTTAVA GIORNATA

Ci pensa Lorenzo. Nella ripresa il copione non si discosta da quello del primo tempo, con gli azzurri vicini al raddoppio già al 48' con Ounas, che combina bene con Malcuit, si accentra a calcia forte col sinistro, ma la palla esce di pochissimo alla sinistra di Consigli. Col passare dei minuti il Sassuolo esce dal suo guscio e trova due buone occasioni con Djuricic e poco dopo con Berardi, ma in entrambi i casi è bravo Ospina a fare buona guardia salvando così il vantaggio degli azzurri. E allora al minuto 72' ci pensa il neo entrato Lorenzo Insigne a mettere la partita in ghiaccio con una classica giocata delle sue: un destro a giro dal limite dell'area che supera un incolpevole Consigli e termina sotto il sette per il 2-0 che scatena il pubblico del San Paolo. La squadra di De Zerbi avrebbe anche la grande occasione per accorciare le distanze col neo entrato Babacar, ma è ancora reattivo Ospina a respingere con i piedi, con i nero-verdi che terminano anche la partita in dieci uomini per l'espulsione di Rogerio a causa di un brutto intervento su Callejon. Il finale è di pura accademia, col match che finisce poco dopo il novantesimo sul 2-0 per il Napoli che può così festeggiare vittoria e tre punti con l'abbraccio dei suoi tifosi.

 

NAPOLI-SASSUOLO 2-0
3' Ounas, 72' Insigne

 

NAPOLI (4-4-2): Ospina, Malcuit, Albiol, Koulibaly, Hysaj; Ounas (51' Insigne), Rog, Diawara (56' Allan), Zielinski; Mertens, Verdi (69' Callejon). All. Ancelotti
SASSUOLO (4-3-3): Consigli, Marlon, Magnani, Ferrari; Lirola, Magnanelli, Locatelli (45' Bourabia), Rogerio; Djuricic, Boateng (69' Babacar), Boga (45' Berardi). All. De Zerbi
NOTE: Ammoniti Koulibaly (N), Diawara (N), Consigli (S), Locatelli (S). Espulso Rogerio per gioco falloso su Callejon
ARBITRO: Di Bello di Brindisi

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata