Rotondo successo per la Fiorentina che al 'Franchi' batte 3-0 il Cagliari di Mazzarri e dimentica la sconfitta di Venezia

Rotondo successo per la Fiorentina che al ‘Franchi’ batte 3-0 il Cagliari di Mazzarri e dimentica la sconfitta di Venezia. Tutto facile per gli uomini di Italiano che comandano la sfida dall’inizio alla fine con le marcature di Biraghi, Nico Gonzalez e Vlahovic: con questa vittoria i viola salgono a quota 15 punti in classifica, mentre i sardi restano desolatamente al penultimo posto con appena 6 punti raccolti.

In avvio Italiano modifica diverse pedine rispetto alla gara di Venezia, inserendo Saponara al posto di Callejon e Maleh in mediana: aggiunta anche in difesa con Venuti al posto di Odriozola, mentre in attacco sono confermati Nico Gonzalez e Vlahovic. Il Cagliari, dopo la prima vittoria stagionale, cerca continuità e risponde con il solito tandem offensivo Keita-Joao Pedro, con Zappa esterno di centrocampo a completare il reparto con Nandez, Deiola e Marin. La partenza dei sardi sembra intraprendente, con Nandez che al 2′ impegna Terracciano con una conclusione velenosa. Da quel momento in poi è solo la Fiorentina a fare la partita, amministrando a piacimento il ritmo: al 10′ i viola si fanno vedere dalle parti di Cragno, ma Nico Gonzalez manda sul fondo. Il forcing dei padroni di casa aumenta con il passare dei minuti e al 22′ porta al meritato vantaggio: Keita colpisce con il braccio in area di rigore, con il VAR che conferma il penalty nonostante le proteste degli ospiti. Sul pallone si presenta Biraghi (e non Vlahovic) che con freddezza batte Cragno per l’1-0 e dedica il gol a compianto Astori (ex della gara). Il vantaggio galvanizza ulteriormente la Fiorentina che continua a spingere sull’acceleratore: al 37′ Saponara mostra un numero d’alta classe, liberandosi al limite e lasciando partire un destro a giro che viene murato solo dall’incrocio dei pali. Il raddoppio è solamente rimandato, con la squadra di Italiano che trova il 2-0 prima dell’intervallo: imbucata di Vlahovic per Saponara, che a tu per tu con Cragno serve l’accorrente Nico Gonzalez che a porta vuota non deve far altro che appoggiare in rete.

Nella ripresa il copione del match non cambia, con i viola ancora a macinare gioco e occasioni. Il Cagliari resta fermo al palo, subendo anche il 3-0 ad inizio secondo tempo: punizione dal limite, Vlahovic disegna una parabola imprendibile e cala il tris che di fatto chiude già i conti. Mazzarri prova a correre ai ripari optando per un triplo cambio, con Pavoletti, Pereiro e Grassi a fare il loro ingresso in campo: è però ancora la Fiorentina a sfiorare la rete, con una nuova punizione di Vlahovic che questa volta non inquadra lo specchio. In casa Cagliari piove sul bagnato, con Nandez che sul finire di gara è costretto ad abbandonare il campo per delle noie muscolari. Gli ultimi minuti vedono i padroni di casa rallentare il palleggio, gestendo senza troppe difficoltà il largo vantaggio acquisito. Il Cagliari non ne ha più per provare a riaprirla ed il match si trascina lentamente fino al triplice fischio finale che sancisce il ritorno alla vittoria della Fiorentina di Italiano.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata