Sirene inglesi anche per l'argentino. Attesa l'ufficialità di Lukaku al Chelsea

Dopo Lukaku sirene inglesi anche per Lautaro Martinez. Non c’è pace per i tifosi dell’Inter che rischiano di vedersi sfilare entrambi i suoi gioielli da scudetto. Il trasferimento dell’attaccante belga al Chelsea è ormai imminente. L’accordo con il club londinese è raggiunto, si chiuderà vicino ai 115 milioni di euro all’inizio della settimana, e tutto dovrebbe essere formalizzato nei prossimi due giorni. L’indizio più evidente è l’assenza del calciatore nell’amichevole contro il Parma dopo che il belga aveva chiesto e ottenuto dal club il permesso di non scendere in campo. Lukaku dunque verso l’addio ma anche Lautaro rischia di salutare la compagnia nerazzurra. Dall’Inghilterra non avrebbero dubbi sul suo passaggio in Premier League, stando a quanto riportano i quotidiani britannici l’offerta da 60 milioni di sterline più bonus per il ‘Toro’ sarebbe pronta. In lizza c’è anche l’Arsenal. Il club nerazzurro però non avrebbe nessuna intenzione di cedere, dopo Lukaku, anche l’argentino che sarebbe sul mercato a non meno di 90 milioni. Il suo stesso agente, Alejandro Camano, avrebbe smentito le notizie arrivate d’Oltremaica. “L’offerta del Tottenham? Lautaro è un giocatore dell’Inter ed è felice in Italia. Il rinnovo? Lautaro è dell’Inter, non entrerà mai in conflitto con il club. Mai, questa è la realtà”, ha dichiarato secondo quanto riportato da FcInter1908.it. La decisione è dunque quella di restare.

La cessione di Lukaku e il conseguente rinnovato pressing dell’Inter sull’attaccante Dzeko spinge la Roma a trovare un eventiale sostituto al bosniaco. Mourinho non è d’accordo sulla cessione del bomber, vera anima della squadra. I piani d’attacco dei giallorossi erano di fatto già definiti con l’arrivo di Shomurodov. Ma la società capitolina s attende una offerta ‘pesante’ e dunque si sta guardando intorno. Mou chiede un grande attaccante. Il nome in pole è quello di Mauro Icardi ma ha un ingaggio troppo alto. Il suo arrivo dal Psg sarebbe possibile possibile solo con la soluzione del prestito biennale e una ridefinizione dello stipendio. Ma si fa il nome anche di Scamacca (ex del vivaio giallorosso), Lacazette dell’Arsenal e Seferovic del Benfica,. Si guarda anche ad Est. Nella lista c’è Azmoun, dello Zenit. Intanto il club capotolino ha ufficializzato l’arrivo del laterale sinistro uruguaiano Mattias Vina, acquistato dal Palmeiras, per 13 milioni di euro. L’accordo prevede il riconoscimento di bonus variabili oltre ad una percentuale sull’eventuale eccedenza in caso di futura cessione a titolo definitivo del calciatore. Vina ha sottoscritto un contratto fino al 2026. “Sono entusiasta di essere approdato in un Club così prestigioso. Da bambino sognavo di giocare in Europa e poterlo fare con la maglia della Roma mi rende orgoglioso. Non vedo l’ora di mettermi a disposizione del mister e dei compagni e di scendere in campo davanti ai nostri tifosi”, ha dichiarato il sudamericano. Allo Spezia arriva Kovalenko in prestito dall’Atalanta, il sassuolo è pronto per ricevere il centrocampista centrale del gremio, Henrique, mentre nella Fiorentina torna ad essere una priorità il rinnovo di Vlahovic. Il Betis invece continua trattare per l’arrivo Lyanco dal Torino. In casa Milan invece si va a caccia di un trequartista. Ilicic resta sempre l’obiettivo numero uno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: