Fatta l’Italia c’è da conquistare l’Europa. La coincidenza suggestiva con la Festa del 2 giugno ispira pensieri di orgoglio e rinascita che la Nazionale di Roberto Mancini intende onorare per ridare vigore all’Azzurro dopo tre anni di lenta ma solida ricostruzione. Il dopo flop, segnato dalla mancata qualificazione ai Mondiali di Russia 2018, parte di fatto dalla lista ufficiale per gli Europei diramata martedì, a ridosso della mezzanotte, dal ct costretto a fare scelte a suo dire dolorose e sofferte.

Spazio a Raspadori, resta fuori Politano

Nei 26 convocati c’è spazio per Giacomo Raspadori, promosso dopo l’esperienza nell’Under 21, e trovano una casella anche Bryan Cristante e Stefano Sensi che insieme a Rafael Toloi erano quelli in ballottaggio per risolvere i dubbi sul nono difensore e il sesto e settimo centrocampista. ‘Tagliati’ Gianluca Mancini e Matteo Politano. Fuori dalla lista anche Matteo Pessina che resta però aggregato al gruppo, come riserva. Il tecnico Mancini ha dunque preferito confermare Cristante, utilizzato più volte da play, e ha escluso suo malgrado il 24enne centrocampista dell’Atalanta che sembrava aver scalato posizioni importanti negli ultimi giorni; Sensi invece ha convinto per i progressi dimostrati negli ultimi giorni. L’esito dell’ultima risonanza fatta a Firenze è stata positiva e dunque il ct, nonostante il fastidio muscolare, ha deciso di metterlo in lista anche se molto probabilmente salterà la partita d’esordio contro la Turchia in programma l’11 giugno. L’esclusione più dolorosa per il Mancio è stata quella di Politano a favore di Bernardeschi, promosso venerdì scorso dopo l’amichevole con San Marino.

Mercoledì le foto di rito

Completata la lista l’avventura azzurra può iniziare. Fatte le foto di rito al campo principale ‘Vittorio Pozzo’ di Coverciano con la tenuta da gioco Puma e con la divisa Armani, gli Azzurri hanno svolto un primo allenamento a porte chiuse. C’è da dare forma alla formazione che venerdì prossimo affronterà in amichevole la Repubblica Ceca a Bologna, ultimo test prima del debutto europeo all’Olimpico. Pessina è restato a Coverciano perchè, al di là delle scelte ufficiali, vanno comunque monitorate e valutate le condizioni fisiche di Sensi e anche di Verratti. Entrambi sono a rischio forfait. Il centrocampista del Psg appare però in ripresa come certificato da un ulteriore consulto effettuato nelle ultime ore. Jorginho e Emerson arrivati da Londra e reduci dalla conquista della Champions League con il Chelsea si sono aggregati da martedì alla Nazionale e dunque Mancini ha potuto svolgere il primo allenamento a ranghi completi provando schemi. Durante la mattinata il gruppo azzurro è stato anche protagonista dell’Uefa Media Day e al Media Centre di Coverciano i giocatori hanno registrato alcuni contenuti web e social per l’organizzazione calcistica europea. Un ultimo ‘show’ per le telecamere, dopo quello di ‘Notte Azzurra’ prima di iniziare a fare sul serio. E lasciare le parole al campo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata