Venerdì 29 Aprile 2016 - 07:15

Usa 2016, Trump attacca Clinton perché donna. Ma non è una gaffe

Il magnate attacca Hillary: Se fosse uomo avrebbe pochissimo sostegno

Usa 2016, Trump attacca Clinton perché donna. Ma non è una gaffe

Si è lanciato apertamente in territorio 'politicamente scorretto' Donald Trump, accusando Hillary Clinton di sfruttare il suo genere per ottenere voti e sostenendo che se non fosse una donna avrebbe pochissimo sostegno. Mentre i due candidati alla nomination in vista delle presidenziali dell'8 novembre, rispettivamente del partito repubblicano e democratico, si avvvicinano alla candidatura dopo la decisiva vittoria nelle primarie di martedì, i commenti di Trump lasciano presagire quella che potrebbe essere una campagna elettorale particolarmente brutta. Perché il suo staff spiega che non si tratta di un (un'altra) gaffe, ma di una strategia in vista della campagna decisiva, dove nessun colpo è escluso.

Come altri durante la sua campagna, i nuovi commenti di Trump hanno causato critiche da ogni parte. Ma hanno anche rafforzato la sua immagine di leader che non ha paura di uscire dagli schemi e stare sopra le righe, cosa che molti sostenitori apprezzano. "L'unica cosa che funziona di lei è che è una donna", ha detto Trump a proposito di Clinton parlando a 'Today' di Nbc, rifiutando poi di ritrattare la dichiarazione secondo cui la rivale starebbe "giocando la carta di essere donna". I suoi attacchi di genere hanno fatto arrabbiare, ma anche galvanizzato, i democratici. "Continua a parlare, Donald Trump", ha dichiarato la presidente del Comitato nazionale democratico, Debbie Wasserman Schultz, parlando a Cnn. "Ogni volta che Trump apre la bocca, fa di più per rendersi ostili le donne", ha aggiunto.

Trump è sempre "andato male" quando ha avuto a che fare con le donne. Sia i democratici, sia i repubblicani, lo hanno accusato di essere sessista dopo gli insulti alla giornalista Megyn Kelly, di Fox News, e alla ex candidata repubblicana Carly Fiorina. Ieri il più stretto rivale di Trump, il senatore del Texas Ted Cruz, ha scelto proprio Fiorina come sua candidata vice, una mossa che potrebbe attirare voti da parte delle donne. "Donald ha un problema con le donne forti", ha detto Cruz ai giornalisti, "non ci vuole acume per capirlo". Eppure, il magnate è convinto che le donne lo sceglieranno per le sue posizioni su sicurezza e lavoro. La deputata Renee Ellmers, repubblicana, dice di credere che lui possa superare la mancanza di popolarità tra le elettrici con i suoi discorsi franchi e diretti. "Per me, sta rompendo tutte le regole, va contro ogni libro di storia ed elezione del passato", ha detto.

Il consigliere per la campagna elettorale di Trump spiega che concentrarsi sul genere di Clinton è parte di una strategia emergente per le elezioni generali. "Quando è attaccato, risponde", ha detto Corey Lewandowski. "Questa campagna procederà secondo il mandra che abbiamo applicato dal primo giorno: lasciamo che Trump sia Trump", ha aggiunto. Secondo un sondaggio condotto questo mese da Reuters/Ipsos, circa due terzi delle donne hanno una visione sfavorevole del miliardario, mentre tra gli uomini l'ha il 54%.

Nella sua carriera politica, non è la prima volta che Clinton ha a che fare con il 'machismo' dei rivali, né sarebbe la prima volta che ne trarrebbe vantaggio. Il suo rivale al Senato nel 2000, il repubblicano newyorchese Rick Lazio, fu considerato un prepotente maschilista quando le si avvicinò sul palco durante un dibattito per farle firmare una promessa. Nella prima campagna presidenziale nel 2008, Clinton accusò gli sfidanti di sessismo e disse che ciò l'avrebbe favorita tra le elettrici. Alcuni ritennero che anche un commento dell'attuale presidente Barack Obama, che la definì "abbastanza gradevole", fu segno paternalismo e la favorì.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Bruxelles, Mark Zuckerberg al parlamento europeo

Facebook, Zuckerberg si scusa all'Ue. "No ingerenze in future elezioni"

Il fondatore del social network al Parlamento europeo. Tajani: "Monitoreremo"

Donald Trump riceve il presidente sudcoreano Moon Jae-in alla Casa Bianca

Nord Corea, Trump: "Possibile un rinvio del vertice con Kim"

L'incontro tra il presidente Usa e il leader nordcoreano è fissato per il 12 giugno a Singapore

Usa, il senato conferma Gina Haspel come direttore della CIA

Dazi, dopo la pace con gli Usa la Cina taglia tariffe su import auto

E intanto si avvicina la data in cui anche l'Unione Europea saprà la decisione di Trump

Siria, sette anni di guerra civile

Iraq, jihadista belga condannato a morte per appartenenza all'Isis

Nella prima udienza presso il tribunale di Baghdad si era dichiarato innocente