Martedì 09 Febbraio 2016 - 17:45

Pomeriggio 5, violenze sui disabili: parlano le madri

10 arresti in una struttura di Grottaferrata

Disabili percossi e minacciati a Grottaferrata

Pomeriggio 5', condotto da Barbara d'Urso, racconta le minacce, gli insulti, e le percosse ai ragazzi disabili ospiti di un Centro di Riabilitazione con sede nei Castelli Romani. Dieci persone sono state ieri arrestate. Il programma si collega con Grottaferrata con alcune madri dei ragazzi vittime degli abusi.

"Mio figlio a volte arrivava a casa coperto di lividi, in un caso con un dito fratturato" racconta una delle madri intervistata durante il programma. "Poggiando una mano su di lui ho visto che provava dolore e ho scoperto che aveva un dito rotto" prosegue la donna- "Le strutture dovrebbero trattarli bene come noi, vedere queste scene è assurdo". "Lividi sulla schiena, sul collo" racconta un altro genitore relativamente al proprio figlio: "Mi implorava di non portarlo in quella struttura, non voleva più andarci".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Palermo, nuovo sbarco di migranti al porto: 241 sono bambini

"In Europa e Italia donne e bambini a rischio sfruttamento"

Il rapporto di Save the Children. Nel nostro paese nel 2016 le vittime sono state 1.172

Milano, 7mila euro per falsi permessi di soggiorno: in carcere 're delle trans'

Milano, 7mila euro per falsi permessi di soggiorno: in carcere 're delle trans'

Secondo gli investigatori, Biagio Lomolino era a capo di un giro di prostituzione dei trans sudamericane nel capoluogo lombardo

Processo Talluto, la pm chiede l'ergastolo per 'l'untore dell'hiv'

Il 32enne sieropositivo è accusato di epidemia dolosa e lesioni gravissime, per aver contagiato negli anni decine di partner con rapporti non protetti

Gasolio rubato in Libia e rivenduto in Italia ed Europa: sei arresti a Catania VIDEO

La merce veniva sottratta dalla raffineria di Zawyia, trasportata via mare in Sicilia e successivamente immessa nel mercato