Lunedì 19 Dicembre 2016 - 20:00

Poletti: Alcuni giovani meglio fuori dai piedi. Poi si scusa

Il ministro del Lavoro corregge il tiro: "Mi sono espresso male"

Poletti: Alcuni giovani meglio fuori dai piedi. Poi si scusa

"Non mi sono mai sognato di pensare che è un bene per l'Italia il fatto che dei giovani se ne vadano all'estero". Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, corregge il tiro rispetto all'affermazione riportata dalla stampa secondo cui, quanto ad alcuni giovani andati all'estero, "questo Paese non soffrirà a non averli più tra i piedi". "Evidentemente mi sono espresso male e me ne scuso", si legge nella nota di precisazione.

"Penso, semplicemente", aggiunge, "che non è giusto affermare che a lasciare il nostro Paese siano i migliori e che, di conseguenza, tutti gli altri che rimangono hanno meno competenze e qualità degli altri. Ritengo, invece, che è utile che i nostri giovani possano fare esperienze all'estero, ma che dobbiamo dare loro l'opportunità tornare nel nostro paese e di poter esprimere qui le loro capacità e le loro energie".

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Luigi Di Maio ospite a "Porta a Porta"

Vaccini, Di Maio come Salvini: "Niente obblighi, solo raccomandazioni"

La dichiarazione del candidato premier M5s ha ricordato a molti quella del leader della Lega sullo stesso tema

Inizio campagna elettorale per il candidato Attilio Fontana a Varese

Lombardia, Fontana: "Razza bianca a rischio". Gori: "No a isterismi e demagogia"

Le frasi shock del candidato di centrodestra su Radio Padania: "Se li accettassimo tutti non ci saremmo più noi come etnia"

Tessera del Pd bruciata: capogruppo M5s a Roma si scusa e rimuove video

Dietrofront di Paolo Ferrara dopo le polemiche: "Ho esagerato"

Pietro Grasso visita il parco di Via Giovannipoli, a Garbatella.

Elezioni, Grasso: "In Lombardia non c'erano presupposti per accordo con Pd"

Il leader di Liberi e Uguali. "In Lazio siamo con Zingaretti, ma se dem non stanno a sinistra non possiamo appoggiarli"