Mercoledì 18 Gennaio 2017 - 18:15

Maradona: Oggi mi sono sentito di nuovo un giocatore del Napoli

"Sarri sta facendo un ottimo lavoro. Sarò a Madrid per la sfida di Champions"

Maradona: Oggi mi sono sentito di nuovo un giocatore del Napoli

"Oggi mi sono sentito di nuovo un giocatore del Napoli". Così Diego Maradona ha commentato sulla sua pagina Facebook dopo la sua visita alla squadra partenopea a Castel Volturno. L'argentino ha allegato al post tre immagini: una che lo ritrae con la squadra, una insieme al tecnico Maurizio Sarri e una mentre mostra la maglia numero 10 con il suo nome.

LEGGI ANCHE Maradona incontra Sarri e i giocatori a Castel Volturno

"Io rispetto molto Sarri che sta facendo un buonissimo lavoro. Volevo salutarlo da vicino e parlare un po' con lui e dirgli che sarò a Madrid per tifare Napoli". Così Maradona ai microfoni di Premium Sport. "Qui per caricare la squadra in vista di Milan-Napoli? La carica ce l'hanno già, sono una buonissima squadra, anche se manca Milik", ha aggiunto il 'Pibe'. "Speriamo che recuperi il prima possibile così il Napoli sarà ancora più forte".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

GER, FC Bayern Muenchen vs SG Sonnenhof Grossaspach

Calciomercato, Inter-Barça accordo per Rafinha. Chelsea su Dzeko e Emerson

Il Napoli continua a pensare a Matteo Politano del Sassuolo. Tra gli allenatori Prandelli ha chiuso l'esperienza negli Emirati Arabi

Barcellona vs Deportivo La Coruna - Liga 2016/2017

Calciomercato, Inter insiste per Rafinha. Walcott all'Everton

Dopo l'arrivo di Lisandro Lopez Suning, il direttore sportivo vuole regalare un altro rinforzo a Luciano Spalletti

Champions League - SSC Napoli vs Feyenoord

Calciomercato, Napoli: Deulofeu scende, Politano sale. Maksimovic la chiave

Dopo il rifiuto di Verdi non resta che virare su altri obiettivi

Morte Ciro Esposito: 'Ciao eroe', striscione davanti autolavaggio dove lavorava

Calciatori nel mirino dei violenti. E il razzismo è l'arma prevalente

Uno studio dell'Osservatorio dell'Aic. Spesso sono gli stessi sostenitori della squadra a minacciare. Intimidazioni in lieve calo. Tommasi: "Restiamo in guardia"