Sabato 30 Dicembre 2017 - 08:00

M5S, spunta nuovo statuto: multa ai voltagabbana e candidature civiche

Anche chi non è iscritto al Movimento potrà correre per le elezioni, ma i nomi dovranno comunque passare al vaglio di Grillo, Di Maio e Casaleggio

Rimini, Italia 5 Stelle 2017

Se la corsa verso Palazzo Chigi, o meglio il rally, è partita da tempo, arrivano grosse novità per il Movimento 5 Stelle. La data del 4 marzo è già cerchiata in rosso per Luigi Di Maio e, secondo quanto trapela da fonti qualificate, un nuovo statuto con una nuova serie di regole porterà ad una vera e propria rivoluzione dell'organizzazione pentastellata.

Anche chi non è iscritto al Movimento, infatti, potrà candidarsi alle prossime elezioni. In questo modo, spiega chi sta seguendo la stesura delle norme, il Movimento potrà individuare anche candidati dalla società civile. Resta fermo, comunque che la parola finale sui nomi spetterà ai vertici pentastellati: Beppe Grillo, Luigi Di Maio e Davide Casaleggio in primis.

Loading the player...

Si lavora poi una multa di 100mila euro ai possibili 'voltagabbana' del futuro: si vuole cioé sanzionare chi viene eletto con il Movimento 5 Stelle il 4 marzo prossimo ma poi cambia casacca. E' quanto trapela sulle nuove regole che il Movimento si darà per le politiche dell'anno prossimo. Sono ancora in fase di definizione i dettagli di questa nuova misura, che potrebbe essere oggetto di ricorsi in tribunale.

E mentre i pentastellati vivono questa metamorfosi, il frontman Di Maio 'martella' sui punti chiavi della su campagna elettorale. "In Italia ci sono oltre 10 milioni di poveri e la misura che proponiamo da anni per affrontare seriamente questo problema è il reddito di cittadinanza. Costa 17 miliardi di euro, di cui 14 servono proprio ad aiutare chi vive sotto la soglia di povertà a trovare un lavoro e non a prendere soldi senza fare nulla - attacca sul blog di Beppe Grillo - Sono anni che parliamo di questa misura, il primo dei 20 punti che abbiamo presentato agli italiani nel 2013. Adesso a pochi giorni dal voto per le politiche, quelli che hanno sempre remato contro questa misura di civiltà improvvisamente ci copiano".

Il riferimento è ovviamente a Silvio Berlusconi, che ha proposto un reddito di dignità di mille euro al mese. All'ormai ex vicepresidente della Camera "fa piacere che anche Berlusconi l'abbia scoperto. Per cinque anni i suoi hanno votato contro la nostra proposta in Parlamento e ora in campagna elettorale cominciano a parlare di reddito di dignità, che è un modo gentile per dire che ci hanno copiato il reddito di cittadinanza, ma senza ammetterlo".

Di Maio continuerà il suo tour in Lombardia, tra il Milanese e il Mantovano, conscio che arrivare a contenere i voti del centrodestra non sarà facile. In questa sfida i pentastellati possono però sfoderare l'arma Alessandro Di Battista, che non si candiderà in Parlamento ma continuerà a fare politica per il Movimento. L'esempio arriva da Facebook, dove carica i suoi così: "Possiamo andare al governo del Paese. Io non mi risparmierò. Venite a conoscerci. Avvisate gli scettici. C'è un mucchio di gente che è del Movimento 5 Stelle ma ancora non lo sa. Vi aspetto a Trento, Belluno e Modena. Coraggio!". 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Piazza Montecitorio - Manifestazione del M5S contro il Rosatellum

M5S, Morra: "Alleanze? Chi vuole combattere per nostro programma ben venga"

Il senatore commenta le parole di Beppe Grillo e ribadisce la linea di Di Maio, senza escludere dunque apporti esterni dopo il voto

Liliana Segre, reduce di Auschwitz

Chi è Liliana Segre, sopravvissuta all'Olocausto e nuova senatrice a vita

Vittima delle leggi razziali del fascismo, il 30 gennaio 1944 venne deportata con il padre in Germania e poi al campo di concentramento di Birkenau-Auschwitz

Porta a porta, ospiti Danilo Toninelli e Matteo Orfini

Pd, Orfini: "LeU? Evitiamo scenari confusi alla D'Alema. No larghe intese"

Per il presidente del Partito democratico Renzi è la prima scelta per palazzo Chigi, senza escluderne però altri. E l'obiettivo da raggiungere alle urne è il 25%

Milano, convegno "Fare pace è un'impresa"

Olocausto, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Sopravvissuta ai campi di concentramento, ha ricevuto la carica per il suo impegno nel campo sociale