Venerdì 12 Gennaio 2018 - 20:00

In Lombardia Leu andrà da solo. Nel Lazio, intesa possibile

L'assemblea di Cinisello Balsamo ha deciso di candidare Onorio Rosati. Gori: "Uniremo gli elettori"

Consiglio regionale

Liberi e Uguali andrà da solo in Lombardia e candiderà l'ex sindacalista Cgil Onorio Rosati (nella foto). Almeno questa è la decisione presa nell'assemblea che si è svolta oggi a Cinisello Balsamo. Resta invece aperto (anzi, sembra probabile un'intesa) il discorso su Nicola Zingaretti nel Lazio. Le decisioni definitive, comunque, arriveranno nei prossimi giorni. Come è noto, dopo l'appello all'unità almeno a livello regionale di Veltroni e Prodi, sia Laura Boldrini che Pietro Grasso si sono detti piuttosto favorevoli a un accordo, ma entrambi hanno detto che, alla fine, decide la base. In questo caso,m il discorso, in Lombardia, sarebbe chiuso.

Loading the player...

Lombardia  - Onorio Rosati, consigliere regionale uscente, è il candidato in pectore di Liberi e Uguali alle prossime elezioni regionali in Lombardia. "Voglio ringraziare tutti - ha detto durante l'assemblea regionale a Cinisello Balsamo (Milano) che si esprimerà più tardi - per la fiducia che avete espresso nei miei confronti. Serviva qualcuno con le spalle larghe, che ho anche fisicamente. Penso che la scelta sia ormai una scelta largamente presa, che deriva da un processo democratico di ascolto, di confronto e di discussione. Abbiamo deciso di proseguire e, quindi, è giusto dire oggi che ci presenteremo alle prossime elezioni con un nostro simbolo, una nostra lista, un nostro programma e un nostro candidato presidente". "Le scelte compiute dal Pd - ha aggiunto - hanno rappresentato un ostacolo insormontabile. Il problema non è legato a rancori personali, il problema è tutto politico e non si rimuove a fronte di una presunta contendibilità tra il centrodestra e centrosinistra, perché Maroni è uscito di scena. È una scorciatoia che ci lascia con il cerino in mano. Serve introdurre una radicale discontinuità alle politiche del centrodestra degli ultimi 23 anni". "Noi chiediamo di fare diversamente, non meglio come dice il candidato del Pd nel suo slogan ('Fare, meglio', ndr)", ha attaccato Rosati.

Gori - "Io credo che gli elettori del centrosinistra li compattiamo tutti, poi magari qualche vertice di partito deciderà diversamente, ma sono sicuro che gli elettori, anche quelli di Liberi e uguali, abbiano capito perfettamente qual è il valore della partita che stiamo giocando in Lombardia e quanto sia importante che concorrano con il loro voto a questo disegno". Così il candidato governatore del Pd in Lombardia, Giorgio Gori, nel pomeriggio prima dell'assemblea di Liberi e Uguali la cui decisione era nell'aria. Poi il post su Twitter:

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il presidente francese Emmanuel Macron in visita a Roma

Elezioni, Mattarella: "Astensionismo mina democrazia. Nessuno deve chiamarsi fuori"

Il presidente della Repubblica: "Cittadini e istituzioni devono essere attivi e attivarsi, in sintesi, in vista di questa scadenza"

Milano, il candidato PD alla presidenza della regione Giorgio Gori ad un convegno

Migranti, Gori: "Grave che avvocato non capisca la Costituzione". Fontana: "Mia espressione infelice"

Il candidato Pd per la regione Lombardia commenta la frase shock dello sfidante di destra

Torino, Il candidato premier M5s Luigi Di Maio a pranzo con i vertici del Movimento

Parlamentarie M5S, Rousseau a singhiozzo. Disagi e proteste

Molte lamentele perché non si riesce a votare o mancano i nomi di alcuni candidati. Per i collegi uninominali sceglierà Di Maio

Porta a Porta. Ospite Beatrice Lorenzin

Lazio, Lorenzin contro LeU e avverte Zingaretti: "Pronta a candidarmi"

E' possibile che, a livello nazionale, Civica popolare vada con il Pd ma, a livello locale, corra da sola il 4 marzo nell'Election Day