Mercoledì 21 Settembre 2016 - 17:45

Fertility day, polemica su opuscolo Ministero: La foto è razzista

Critiche da Si e sui social. La replica: "Accuse ridicole". Ma poi Lorenzin silura direttore comunicazione

Fertility day, polemica su opuscolo Ministero: La foto è razzista

Fa discutere l'opuscolo del ministero della Salute per la campagna sul Fertility day. Sui social piovono le critiche per la scelta della copertina dove in alto sono ritratte a colori nitidi due coppie felici, mentre in basso un gruppo di giovani, virati in seppia, che fumano e abusano di droghe; tra di loro anche un ragazzo di colore (ecco perché la scelta viene tacciata di razzismo). Lo slogan, altrettanto discusso, è "Stili di vita corretti per la prevenzione della sterilità e dell'infertilità". Sui social network è emerso, inoltre, come le due immagini siano state comprate da uno stock che le rivendeva a circa 9 euro l'una.

La ministra Beatrice Lorenzin ha lanciato la prima giornata di sensibilizzazione sui temi della salute riproduttiva che si terrà domani 22 settembre. "Perché un Fertility day? E' una questione di salute, di prevenzione e informazione. E nel mese di ottobre gli specialisti delle società scientifiche di ginecologia, andrologia ed endocrinologia, che hanno aderito alla nostra iniziativa, offriranno visite gratuite ai giovani tra i 18 e i 25 anni", ha spiegato in un video messaggio

Ma in serata arriva il siluramento del responsabile della direzione generale della comunicazione istituzionale del ministero della Salute. 

"In relazione alle polemiche apparse sui media relative le accuse di razzismo rivolte al Ministero della salute per una immagine contenuta in uno degli opuscoli divulgativi sulla prevenzione della fertilità predisposti per il Fertility day, il Ministro della salute Beatrice Lorenzin dichiara di aver già attivato il procedimento disciplinare e quello per la revoca dell'incarico dirigenziale nei confronti del responsabile della direzione generale della comunicazione istituzionale del suo Dicastero che ha curato la redazione e la diffusione del materiale informativo". Lo comunica una nota del ministero.

"Il ministro - prosegue la nota - comunica altresì di avere dato mandato ai propri Uffici di accertare perché l'immagine visionata e vidimata dal Gabinetto non corrisponda esattamente a quella apparsa sul sito. Il Ministro ha dato disposizioni affinché l'immagine venga sostituita e ritirato l'opuscolo informativo".
 

Fertility Day, polemica su opuscolo Ministero: La foto è razzista

SINISTRA ITALIANA: CAMPAGNA RAZZISTA. Sinistra Italiana, alla vigilia del Fertility Day, ha presentato a Montecitorio una mozione parlamentare di censura per l'iniziativa della ministra Lorenzin, una campagna definita ideologicamente aggressiva, ricattatoria, minacciosa. "Il Ministero della salute di Beatrice Lorenzin ha superato ogni limite. Dopo la demenziale campagna sul Fertility Day prosegue con un manifesto razzista, al limite dell'eugenetica", afferma Nicola Fratoianni dell'esecutivo nazionale di Sinistra Italiana. "Ci mancava pure - prosegue l'esponente della sinistra - il richiamo alla razza ariana e ai pregiudizi razzisti. Abbiamo fatto bene oggi a presentare la mozione di censura nei confronti della ministra della Salute per la campagna sul Fertility Day. Ma temo che non basti: tolga il disturbo, e se non lo fa, - conclude Fratoianni - ci pensi il Presidente del Consiglio a farglielo fare. Stavolta non ci sono alibi di sorta".

"Errare è umano, ma perseverare in questo caso è ridicolo: il Ministero della Salute pone una marcata linea di separazione tra famiglia felice e cattive compagnie, scegliendo contrasti davvero impropri quanto esplicitamente razzisti. Per come si propone in modo grossolano questa campagna, sono portato inizialmente a pensare che faccia parte dell'ironia, a volte anche pesante, del web e dei social. E invece no, è il Ministero e con i soldi pubblici", sostiene il senatore di Sinistra Italiana-SEL Massimo Cervellini.

LUPI DIFENDE LORENZIN. "L'accanimento contro il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, per il Fertility day è francamente insopportabile. È ovviamente legittimo non condividere e criticare una campagna di comunicazione, meno legittimo è farlo mistificando i dati di realtà: il Fertility day non è una iniziativa per convincere le donne a "dare figli alla Patria", come pure si è detto senza alcun pudore, ma una iniziativa di informazione sulla fertilità, fatta con criteri scientifici, a fronte dell'illusione, ingenerata, questa sì da stili di vita e messaggi fuorvianti, che la fertilità sia per sempre. Ma tutto restava comunque nel dibattito pubblico, adesso si è arrivati addirittura a un atto parlamentare di Sinistra Italiana che ha presentato una mozione di censura qualificando l'iniziativa del ministro come 'campagna di comunicazione aggressiva e ricattatoria' da cui si chiede che il governo prenda le distanze cancellando la campagna pubblicitaria", dichiara Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area popolare.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Minzolini, da pg ok ad affidamento in prova ai servizi sociali

Minzolini, da pg ok ad affidamento in prova ai servizi sociali

Ha chiesto tramite il suo legale di svolgere l'affidamento in prova presso la Comunità di Sant'Egidio

Legge elettorale, No di Mdp al Mattarellum: Non ci sono numeri

Legge elettorale, No di Mdp al Mattarellum: Non ci sono numeri

No "di metodo e non di merito" spiega D'Attorre

De Magistris: Al gasdotto in Puglia preferiamo ulivi, terra e mare

De Magistris: Al gasdotto in Puglia preferiamo ulivi, terra e mare

"No Tap è lotta di liberazione. La lotta per i beni comuni è manifesto politico!"

M5s, Cassimatis querela per diffamazione Grillo e Di Battista

M5s, Cassimatis querela Grillo e Di Battista e fa ricorso al Tar

"'Fidatevi di me' non esiste neppure nella Repubblica delle banane"