Martedì 25 Ottobre 2016 - 09:00

Fabriano, sospesa maestra di asilo: insulti e schiaffi ai bimbi

Alcuni bambini si svegliavano di notte urlando

Fabriano, sospesa maestra di asilo: insulti e schiaffi ai bimbi

La polizia di Fabriano su disposizione del gip del Tribunale di Ancona  ha sospeso dall'esercizio della professione una maestra di una scuola materna, per maltrattamenti verso i piccoli a lei affidati. Il comportamento vessatorio dell'insegnante si manifestava - fa sapere la polizia - con l'uso di violenza fisica e psicologica in modo da infliggere penose condizioni di vita scolastica ai bambini e determinando un'alterazione nel loro equilibrio e della loro serenità di crescita.

L'indagine è nata dalle confidenze e perplessità di una mamma di un alunno dell'istituto, la quale aveva notato un cambiamento nel comportamento del proprio bimbo: il piccolo faceva capricci per recarsi a scuola. Il bimbo durante dei risvegli notturni apostrofava il proprio peluche con espressioni del tipo: "Non lo fare più. Hai capito? Non te lo dico più. In castigo subito. Vai a riflettere seduto lì. E basta".

La polizia su richiesta del pm ha iniziato a sentire anche altri genitori e si è scoperto che dei cambiamenti erano avvenuti anche in altri bimbi che di notte si svegliavano urlando. I bambini riferivano ai genitori che la maestra li chiamava con parole come: "Imbecille", "stronzo"," perdente", "disgraziato", "topolino che fa la cacca".

Da qui l'inizio di una delicata indagine con l'utilizzo di tecniche che hanno messo in luce il comportamento vessatorio della maestra nei confronti dei piccoli alunni.

Strattonamenti, schiaffi, colpi vari, rimproveri aspri, derisione per i loro comportamenti, mortificazioni ed offese verbali. I bambini, considerati cattivi, con urla e spintoni venivano costretti a sedersi causando loro disperazione e pianti a dirotto, in un punto prestabilito della stanza. Venivano anche minacciati di gravi ritorsioni nel caso in cui avessero raccontato ai genitori le offese e le botte ricevute ed erano accusati con disprezzo di "mammite".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Del Grande: Non sono un eroe, giudicatemi per il mio lavoro

Del Grande: Non sono un eroe, giudicatemi per il mio lavoro

Ieri la liberazione del documentarista dalla detenzione in Turchia

Divisioni nel giorno del 25 aprile, Mattarella: Mai più fascismo e mai più guerre

25 aprile, Mattarella: Ricordiamo senza odio e senza rancore /FOTO

A Roma il ricordo della Liberazione sfila in cortei divisi. A Milano tensioni tra antifascisti e militanti di destra

Migranti, Ong: Indignati da attacchi. M5S: Vogliamo chiarezza

Migranti, Ong: Indignati per gli attacchi. M5S: Vogliamo chiarezza

Clima teso dopo le parole di Di Maio sul presunto 'business' delle navi che salvano i profughi in mare

Progettava attentati in Italia: arrestato 29enne a Torino

Progettava attentati in Italia: arrestato 29enne a Torino

Mouner Elaoual, marocchino, promuoveva online l'ideologia dell'Isis ed è ritenuto dagli inquirenti "un soggetto estremamente pericoloso"