Martedì 06 Settembre 2016 - 07:15

Duterte insulta Obama: annullato incontro Usa-Filippine

Il presidente asiatico si era scagliato contro l'omologo americano: "Figlio di p..., te la farò pagare"

Duterte insulta Obama: annullato incontro Usa-Filippine

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, non si incontrerà in Laos il suo omologo filippino, Rodrigo Duterte, come previsto. Lo ha annunciato oggi la Casa Bianca dopo le tensioni diplomatiche tra i due sulla controversa campagna anti-droga da parte del leader delle Filippine. "Il presidente Obama non terrà l'incontro bilaterale con il presidente Duterte", ha detto il portavoce del Consiglio di Sicurezza Nazionale della Casa Bianca, Ned Price, in un dichiarazione rilasciata a Washington. "Invece - ha proseguito - si incontrerà con il presidente della Corea del Sud Park (Geun-hye) nel pomeriggio del 6 settembre", un incontro non previsto dalla Casa Bianca.

"Quello che ho fatto è chiedere la mia squadra di parlare con il gli omologhi filippini per capire se questo possa essere il momento giusto per avere colloqui costruttivi", ha detto Obama in una conferenza stampa al termine del vertice del G20 a Hangzhou, in Cina. Duterte aveva insultato Obama per quelle che ritiene essere sue ingerenze nella controversa campagna anti-droga, che ha ucciso più di 2.000 persone dal giugno nelle Filippine. "Devi essere rispettoso, figlio di p..., te la farò pagare", aveva detto Duterte in conferenza stampa riferendosi a Obama. Obama ha risposto solo che Duterte "è un tipo stravagante" e ha espresso preoccupazione per la sua campagna di esecuzioni extragiudiziali.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il direttore di Amazon Studios si dimette per accuse di molestie sessuali

Avrebbe inoltre ignorato le denunce di un'attrice su abusi sessuali che avrebbe subito da Weinstein

Bloccato l'ultimo 'travel ban'. L'ira della Casa Bianca: "Grave errore"

Bloccato l'ultimo 'travel ban'. L'ira della Casa Bianca: "Grave errore"

Le restrizioni contenute nel bando riguardano i cittadini di Iran, Libia, Siria, Yemen, Somalia, Ciad e Corea del Nord

Barcellona, proteste contro l'arresto di due leader indipendentisti

Catalogna ribadisce: "Dialogo". Proteste contro l'arresto dei leader indipendentisti

Intanto s'avvicina la scadenza di giovedì, giorno in cui Puigdemont è chiamato a fare chiarezza sulla dichiarazione d'indipendenza

William e Kate annunciano: "Il terzo royal baby nascerà ad aprile"

William e Kate annunciano: "Il terzo royal baby nascerà ad aprile"

Ancora un'incognita il sesso del nuovo membro della famiglia