Lunedì 11 Gennaio 2016 - 15:30

David Bowie, artisti e colleghi ricordano il Duca Bianco

Da Jovanotti a Dita Von Teese, la commozione attraversa il mondo della musica

Addio David Bowie: l'omaggio dei fan a Londra

Se ne è andata ieri notte, dopo un anno e mezzo di lotta contro un tumore, una delle più grandi star, anzi, 'Blackstar', dal nome del suo ultimo album, della musica internazionale. David Bowie si è spento, a 69 anni appena compiuti, "in pace dopo una coraggiosa lotta di 18 mesi con il cancro", come è scritto sul suo profilo ufficiale di Facebook. Il post sul social network si conclude con la richiesta, ai numerosissimi fan dell'artista, di rispettare "la privacy della sua famiglia in questo momento di dolore". Questo lutto inaspettato (solo tre giorni fa l'artista aveva pubblicato 'Blackstar', nel giorno del suo compleanno) ha colpito moltissimi fan ed estimatori di Bowie: malato da tempo, il cantante era discretissimo sulle sue condizioni di salute, che in pochi immaginavano così compromesse.

Tantissimi artisti italiani e internazionali hanno voluto rendergli omaggio con una foto, un pensiero o un ricordo sui loro social network. Su Instagram, Jovanotti, sotto un'immagine del cantante, ha scritto parole commosse: "Proprio ieri pomeriggi ascoltavo Blackstar, il nuovo album incantato dalla forza di un disco di un artista che dopo 50 anni è riuscito a sorprendermi. E' un disco bellissimo e tragico. Adesso si affollano i pensieri e i ricordi di tanti anni di stupore e di meraviglia di fronte a uno dei più grandi. C'è solo da dire grazie per averci tenuto sempre sulla frontiera tra la strada e lo spazio infinito spingendosi sempre oltre. Grazie mr. Bowie". Saturnino, bassista di Jovanotti, ha pubblicato una bellissima immagine pop e coloratissima di Bowie, mentre i Negramaro hanno postato un video dove cantano la strofa 'We can be heroes, just for one day', tratta da 'Heroes', una delle sue canzoni più famose. Ligabue ha pubblicato la frase 'Di fronte a un colosso, giù il cappello, Ziggy Stardust, Duca bianco, David Bowie ora è anche Black Star. Ma è sempre stato David Robert Jones. Il suo lascito musicale è enorme, a lui il mio più sentito grazie dal profondo del cuore'.

Loading the player...

La più famosa performer di burlesque al mondo, Dita Von Teese, sotto un'immagine affascinante dell'artista ha scritto "Arrivederci al più dandy tra i dandy. Sono stata fortunata da averlo incontrato tre volte e ogni volta ero senza parole, in totale soggezione. Il mio cuore è con la sua famiglia". 'Addio, genio - scrive invece la 'nostra' modella Eva Riccobono - grande artista. parlavamo di te l'altra sera. E' vero che si può essere eroi anche solo per un giorno'. Solo un'immagine iconica del cantante, senza commenti, per Alessandra Amoroso, mentre Gianni Morandi su Facebook ha scritto: "David Bowie è stato uno dei più grandi e straordinari artisti della storia del Rock e del Pop. Una vera leggenda, un innovatore inimitabile, un meraviglioso visionario. Il mondo piange il Duca Bianco".

Una foto postata su Facebook, dove indossa una maglietta con l'immagine di David Bowie e un post dal titolo 'Per sempre con me'. Così Daniele Silvestri ha voluto ricordare la leggenda della musica. Il cantante romano è impegnato, fanno sapere a LaPresse dal suo entourage, è rimasto 'molto toccato' dalla scomparsa del Duca Bianco. Raggiunto al telefono, anche

Eugenio Finardi ha voluto ricordare l'artista inglese: "Sono rimasto molto colpito dalla sua morte perché ieri sera avevo sentito la sua canzone Blackstar e mi era parsa un epitaffio, perché è piena di simbolismi di morte e rinascita - ha dichiarato commosso il cantautore a LaPresse - ci sono anche le danze macabre. Poi, nella seconda strofa, parla di un 'giorno dell'esecuzione': stamattina, risentendolo sapendo che era morto, mi ha messo in prospettiva tutta la sua vita. Questo ultimo disco esce tre giorni prima della sua morte: forse in fondo lui se l'aspettava". Finardi ammira moltissimo non solo la musica, ma anche l'atteggiamento di Bowie nei confronti della vita: "E' stato un artista che ha teatralizzato ciò che più aveva di profondo, rendendo arte ogni suo sentimento e stato d'animo - ha osservato il cantautore - Il suo disco è un capolavoro e il fatto che l'abbia finito negli ultimi giorni è una meravigliosa testimonianza alla vita. Trovo bellissimo che abbia saputo resistere, sorridere e lavorare anche quando stava male per lasciare qualcosa, per metterci dentro il dolore che sentiva, ma anche la speranza. Un atto di un coraggio incredibile, di lucidità e consapevolezza. Mi hanno colpito il suo abbandono e l'onestà: gli artisti spesso si mascherano, mettono una faccia ufficiale, lui invece è stato brutalmente onesto e splendido in questo lavoro bellissimo, con sonorità seducenti e inquietanti. Non si è mai pianto addosso".

Un sms breve ma sentito arriva anche dalle Maldive, dove Mario Biondi sta trascorrendo qualche giorno di vacanza: 'Have a good trip (buon viaggio, ndr) - ci scrive il compositore - Major David'. Un commento con una (comprensibile) vena un po' polemica arriva da Immanuel Casto, cantautore italiano dai testi ironici e trasgressivi e inventore del genere musicale 'porn groove'. "E' davvero morto uno dei più grandi artisti della nostra epoca, uno sperimentatore e innovatore, dalla produzione discografica sterminata, amante del trasformismo - ricorda Immanuel a LaPresse - nel corso della sua carriera ha dato vita a tantissimi personaggi, e aveva un'autorevolezza artistica difficile da trovare negli artisti di oggi, che si muovono tra reality e selfie in bagno. Il paragone è sconfortante". Anche lui stesso ammette di aver tratto da Bowie "una grandissima ispirazione, anche per quanto riguarda l'aspetto del trasformismo e della teatralità". Ma Casto fa anche un'osservazione pungente: "A gennaio è uscito 'Blackstar', il suo ultimo disco e ne ho sentito parlare molto poco. Oggi giustamente tutti condividono la notizia della morte, ma sarebbe più apprezzabile che il sostegno a un artista ci fosse da vivo piuttosto che da morto".

E' stato svegliato invece dall'amica Amanda Lear, Cristiano Malgioglio, che lo chiamava per comunicargli la scomparsa dell'artista. "Io faccio parte della categoria dei personaggi che l'hanno molto amato. L'ho anche scopiazzato durante la mia carriera, a differenza degli altri che si sono solo vestiti come lui - ammette Malgioglio - Mi piaceva la sua sensualità, il suo modo di esibirsi e di gesticolare, era innovativo e trasgressivo". Anche Bowie "ha giocato sull'ambiguità: io è 40 anni che ci campo! - scherza con LaPresse il grande paroliere - ma la sua ambiguità era molto elegante. Non era un trasgressivo volgare come alcune donne che io chiamo 'sporcaccione' della canzone perché sono di una volgarità spaventosa, come Miley Cyrus per esempio. Bowie no, lui era un musicista straordinario. Anzi, no: era davvero un genio".

Scritto da 
  • Chiara Dalla Tomasina e Andrea Capello
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Robbie Williams annuncia nuovo album di inediti: esce il 4 novembre

Robbie Williams annuncia nuovo album di inediti: esce il 4 novembre

Si intitola 'Heavy Entertainment Show' ed esce tre anni dopo 'Swings both ways'

Morandi 'casalingo' dopo polemiche su spesa di domenica: Non mi muovo

Morandi 'casalingo' dopo polemiche su spesa di domenica

Una settimana fa la pioggia di critiche su Facebook

Pippa Middleton

Pippa Middleton vittima di un hacker: arrestato 35enne

Rubate 3mila foto della sua vita privata. Due anni fa prese di mira altre star

Pippa Middleton

Pippa Middleton vittima di un hacker: violato il suo iCloud

Una persona avrebbe cercato di vendere alcune foto private della famiglia reale ai tabloid inglesi