Mercoledì 13 Settembre 2017 - 17:30

Banksy contro le armi: ecco la nuova opera 'Civilian Drone Strike'

Il lavoro andrà all'asta venerdì con un prezzo base di 10 sterline: il devoluto andrà al gruppo Campaign Against Arms e all'ente benefico per i diritti umani Reprieve

Banksy contro le armi: ecco la nuova opera 'Civilian Drone Strike'

Nuova opera di Banksy, stavolta per una esposizione a Londra. 'Civilian Drone Strike', questo il titolo dell'opera, mostra tre droni militari che distruggono il disegno realizzato da una bambina. Il disegno della bimba compare incorniciato e rappresenta appunto una casa che viene fatta saltare in aria; nel disegno una bambina e il suo animale domestico guardano sgomenti la casa in fiamme.

"Sembra che Banksy stia offrendo una critica della complessa industria militare, distruggendo in modo deliberato il disegno di una bambina", spiega Sam Walton, organizzatore della mostra 'Art the Arms Fair' che ospita l'opera. L'esposizione è stata organizzata in risposta alla fiera militare Defence and Security Equipment International 2017 (DSEI) in corso contemporaneamente, che si tiene vicino e proseguirà fino a venerdì. Il lavoro di Banksy andrà all'asta venerdì con un prezzo base di 10 sterline: il devoluto andrà al gruppo Campaign Against Arms e all'ente benefico per i diritti umani Reprieve.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il 'Salvator Mundi' di Leonardo all'asta per 450 milioni di dollari

Un record mondiale per il dipinto riscoperto di recente e considerato l'ultimo del genio italiano

Musei italiani sempre pieni nel 2017. Verso i 50 milioni di visitatori

Dal Colosseo agli Uffizi, da Pompei alla Reggia di Caserta, continua l'incremento di pubblico e di incassi

Alessandro D'Avenia: Nessuno è all'altezza dell'amore

Lo scrittore parla del suo nuovo lavoro, " Ogni storia è una storia d'amore"

Rodin in mostra a Treviso, ma Facebook censura il suo "Bacio"

L'immagine usata per promuovere l'evento ma il social ha chiesto di "evitare allusioni di natura sessuale"