E' quanto emerge dalla conferenza stampa di presentazione della 'Strategia Cloud Italia', il documento di indirizzo strategico per l'implementazione e il controllo del Cloud della Pubblica amministrazione

La migrazione della Pubblica amministrazione sul Cloud dovrà concludersi entro il 2025. E’ quanto emerge dalla conferenza stampa di presentazione della ‘Strategia Cloud Italia‘, il documento di indirizzo strategico per l’implementazione e il controllo del Cloud della Pubblica amministrazione. Presenti il ministro per l’Innovazione Vittorio Colao, il sottosegretario alla Sicurezza Franco Gabrielli, il dg dell’Agenzia per la Cybersicurezza Roberto Baldoni e il Cto del dipartimento per la Trasformazione digitale Paolo de Rosa.

Saremo sul territorio per aiutare le pubbliche amministrazioni a fare la migrazione“, ha assicurato il ministro per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale. “Abbiamo fatto un lavoro ben concertato con il ministro Brunetta”. Dall’incontro è emerso che al più tardi entro la fine del 2021 si procederà a pubblicare il bando di gara per la realizzazione del Psn, il Polo Strategico Nazionale. L’aggiudicazione dovrà avvenire entro la fine del 2022. “Tra Psn, il polo strategico nazionale, e aiuto alla migrazione al Cloud, nelle varie forme, l’investimento sarà di 1,9 miliardi di euro, sui 6,7 miliardi totali previsti dal Pnrr”. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata