Arriva l'attesissimo appuntamento del Gran Premio d'Italia. Verstappen pronto a sfidare nuovamente Hamilton

 Arriva l’attesissimo appuntamento del Gran Premio d’Italia e Monza è pronta ad ospitare un nuovo capitolo del duello tra Max Verstappen e Lewis Hamilton. Dominata la gara in Olanda e centrato il sorpasso in classifica, il pilota della Red Bull è pronto a battagliare con un britannico più che mai desideroso di rivincita. Del resto, il circuito è più favorevole alle Mercedes e quindi potrebbe vedere in scena un copione diverso rispetto a Zandvoort. La certezza è che Hamilton non può permettersi frenate se non vuole vedere fuggire il rivale, ora in vantaggio di tre lunghezze. “Immagino che questo weekend possa essere diverso, speriamo soprattutto di essere ancora veloci. Sarà una battaglia serrata”, ha detto il campione inglese. In ogni caso, dopo il trionfo in casa Verstappen ci va cauto: “In Olanda è stata una delle mie più belle vittorie. È stato un grande weekend, la quantità di supporto che ho ricevuto è stata fantastica”, ha spiegato il pilota della Red Bull. Ma a Monza non mi aspetto che sarà come Zandvoort. Abbiamo fatto i compiti e possiamo essere competitivi, ma non so se sarà sufficiente per lottare contro le Mercedes”. La tappa dell’Autodromo coinciderà con il ritorno della Sprint Qualifying: “Se mi aspetto tanti sorpassi? Non sono così sicuro”, ha spiegato il leader della classifica Mondiale. “L’anno scorso abbiamo avuto un trenino Drs in gara. Speriamo di non dover sorpassare troppe macchine”. Il popolo di Monza attende, ovviamente, che la Ferrari batta un colpo.

 Anche se le Rosse non riescono a tenere il passo di chi si sta giocando il titolo Mondiale, l’atmosfera di un Autodromo che ritrova gli spettatori sulle tribune, seppur con capienza al 50%, potrebbe dare una mano a Charles Leclerc e Carlos Sainz. Il monegasco, peraltro, nel 2019 ha vissuto la più grande gioia della sua ancora giovane carriera, trionfando davanti a migliaia di tifosi in delirio. E l’anno scorso, nessuno avrebbe pronosticato la vittoria di Pierre Gasly su AlphaTauri. Insomma, piedi per terra, ma sognare è lecito. “Però c’è anche una parte razionale di me che esce fuori”, ha avvertito Leclerc. “In questo weekend non giocheremo per la vittoria, anche se tutto può succedere. Ma sulla carta sarà difficile battagliare per il gradino più alto del podio”. A Monza alla guida della Rossa: una responsabilità non da poco. “Lo vedo come un sogno”, ha spiegato il monegasco ai microfoni di Sky Sport. “L’unica cosa che posso fare è dare la miglior parte di me, dare tutto in pista, e il risultato arriverà. Non voglio pensare troppo al fatto che guido una Ferrari, sennò avvertirei troppa pressione…”, ha aggiunto. Sulla grande stagione di Verstappen, Leclerc ha aggiunto: “Se Max può diventare campione? Lo sta dimostrando. E’ veloce e sarebbe bello vedere un giovane vincere. Per chi tifo tra Max e Lewis? Non mi interessa. Io voglio vincere il titolo con la Ferrari, mi concentro su noi stessi. Ci arriveremo”.

 Dal monegasco parole di elogio per il compagno di squadra Sainz: “E’ costantissimo, mi sta spingendo tanto. E’ quello di cui avevamo bisogno. Sta facendo un grandissimo lavoro, si è integrato subito. E’ molto bello averlo nel team. Quando indossiamo il casco pensiamo a battere l’altro, quando lo togliamo siamo anche amici. Abbiamo un buon rapporto”. Sainz ricambia: “Io e Charles siamo molto competitivi. Abbiamo molto rispetto l’uno dell’altro, siamo consapevoli di essere in una posizione privilegiata. E ci divertiamo anche fuori dalla pista”, ha commentato. Anche lo spagnolo è pronto ad immeggersi nella magica atmosfera di Monza: “Me l’hanno raccontata, ma finché non vedi e senti questa energia, non la vivi, non lo sai”. Un Sainz soddisfatto per quanto mostrato finora nella sua prima stagione con il Cavallino: “Il mio primo obiettivo era integrarmi nel team, e ovviamente con il compagno di squadra. Sono contento e tranquillo, adesso quello che vogliamo è essere più veloci”. “Io sottovalutato? Penso che se vieni scelto dalla Ferrari, molto sottovalutato non devi essere… Io faccio parlare la pista, con i risultati”. Sugli obiettivi del weekend, ha aggiunto: “Fare podio qui con la Ferrari sarebbe bellissimo. Ma sinceramente – ha ammesso lo spagnolo – stiamo pensando più all’anno prossimo. Sarà un weekend difficile, Monza non è il nostro circuito preferito. Ci proveremo, noi andiamo in ogni Gran Premio pensando che si possa vincere o fare un podio”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: