La vita in diretta, la storia di Alfonso 'uomo di cristallo'
Sono 50 al mondo, uno solo in Italia: ogni movimento provoca loro dolore

Li chiamano 'uomini di cristallo'. Sono 50 al mondo, uno solo in Italia: ogni movimento provoca loro dolore. Vivono con la paura e il rischio di farsi male di continuo. Si chiama sindrome Hajdu-Cheney. 'La vita in diretta' racconta la storia di Alfonso, 25 anni, giovane di origine campana che vive a Quarona, in provincia di Vercelli, dove si era trasferito per lavoro. E' l'unico caso italiano. All'inizio il suo malessere sembrava solo affaticamento, poi la scoperta di questo terribile male. "Ogni giorno mi sveglio stanco e incomincio a sentire dolori mano a mano che mi muovo. Sono costantemente sotto effetto di antidolorifici. A Londra una dottoressa si occupa di casi simili al mio, la speranza è che mi aiuti a vivere meglio". La speranza è anche - si sottolinea in studio - che qualcuno, magari lo Stato, lo aiuti ad affrontare le costose cure.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata