Presentate oggi presso la Casa del Cinema di Roma le line-up di sviluppo: dentro ci sono remake e nuove opere

Nuovi film e serie tv in sviluppo per la storica casa di produzione, distribuzione cinematografica e televisiva italiana, Titanus. Presentate oggi presso la Casa del Cinema di Roma le line-up di sviluppo, due linee editoriali in cui saranno suddivisi i progetti della società: Legacy e Originals. Titanus Legacy trae ispirazione dalle icone del passato sempre attuali, che offrono possibilità nella creazione di prequel, sequel, reboot, remake. I progetti sviluppati fanno parte della library di Titanus di quasi 400 titoli, e si estenderanno anche ad Ip (intellectual properties) che l’azienda sta acquisendo sul mercato. Tra i titoli, ‘Piedone’, dove il commissario Rizzo, interpretato nel 1973 da Bud Spencer, risolve casi improbabili nella Napoli dei giorni nostri. “Per la prima volta in ‘Piedone’ Bud Spencer parlava con la sua voce senza essere doppiato – ricorda Enrico Vanzina -. E’ giusto che questa linea venga serializzata perchè Piedone è nel cuore di tutti. Questi erano filmoni popolari che mettevano insieme Napoli e il resto del mondo. Ero aiuto regista in ‘Piedone a Hong Kong’. Questo non sarà un remake ma un sequel moderno e attuale”. La serie, che sarà Sky Originals, vede Sonia Rovai, Senior Director Scripted Production Sky Studios, e Lorenzo Gangarossa, produttore di Wildside (società del gruppo Fremantle), Peppe Fiore, head writer, e Salvatore Esposito, co-autore del soggetto che ha sottolineato: “Bud Spencer è stato l’idolo di ognuno di noi, il papà di ognuno di noi. Un omone che difendeva i più deboli. Cercheremo di rispettare questo progetto e tutti i fan dei film”. ‘La Ciociara. La serie’ si propone di essere sia prequel sia sequel delle vicende narrate nel capolavoro del cinema di De Sica, in cui le vite di Cesira e Rosetta vengono ripercorse dal loro inizio (circa 1924), dal quale sono trascorsi ormai 100 anni. “Vogliamo abolire il tabù che certi film non possano essere toccati o essere rifatti – afferma il critico Marco Spagnoli -. ‘La Ciociara’ è un film epocale per la storia del cinema italiano, è valso il primo Oscar a un’attrice italiana recitando in italiano (Sophia Loren)”. Presentato il progetto speciale con l’opera prima del regista Giuseppe Tornatore de ‘Il Camorrista – La serie’. “Nell’86 accettai di girare una doppia versione de ‘Il Camorrista’, diverso dai canoni dell’epoca di un’opera prima – ha raccontato il regista -, una per il cinema e una più lunga per la tv, di un’ora a puntata. Scrissi le due sceneggiature separate perchè avessero un’unità narrativa differenziata. Il film uscì ed ebbe una vita sofferta, fu querelato, all’epoca e forse ancora oggi, fu considerato molto scottante. La versione tv fu mixata e consegnata, poi sparì. Le pellicole andarono smarrite. Queste puntate ora sono venute di nuovo alla luce, ho intenzione di procedere con una core correction adeguata e di rimettere le mani al suono che all’epoca era mono, ora lo vogliamo allargare. Sarà un lavoro a metà strada tra il restauro e un qualcosa che non si è mai visto”. L’opera ad oggi ancora inedita, sarà digitalizzata in 4K e audio 5.1 da Titanus, grazie al recupero delle pellicole originali dall’archivio della Cineteca di Bologna per un lancio mondiale PREVISTO per il 2023. Il racconto, è ispirato alla vita di Raffaele Cutolo, il fondatore della Nova Camorra Organizzata. A completare la linea ‘Legacy’, ‘Palermo-Milano – La serie’ remake della storica icona dei polizieschi anni 90 e il co- sviluppo con The Exchange (distributore internazionale con sede a Los Angeles) di Phenomena: il cult horror di Dario Argento. La linea Titans Originals includerà progetti creati ex-novo da valore culturale e dalla forte vocazione commerciale. Il film ‘Agnese e Francesca’, racconto intimo, sentimentale ed emotivo dell’ inedita amicizia tra le mogli dei magistrati Falcone e Borsellino, attraverso la comprensione e la condivisione reciproca della stessa esperienza. Per il logo del film sono state utilizzate le firme olografe delle stesse, quella di Agnese Piraino Leto presa da un atto giudiziario del 1992, quella di Francesca Morvillo, da un biglietto d’amore lasciato al marito. Tra i titoli completano le novità ‘La guerra di Elena’ di Stefano Casertano e ‘Ludwig’, serie crime sulla storia vera della coppia di serial killer più prolifica d’Italia, Abel e Furlan. “E’ una storia di delitti rimasta sepolta per anni -ha spiegato Jacopo Sonnino, editor di Titanus e co-autore del soggetto -. Non erano due killer che vivevano ai margini. Venivano da un’estrazione benestante. Si credeva fossero di estrema destra ma a loro della politica non importava. Furono arrestati per caso vestiti da Pierrot durante una festa in maschera mentre cercavano di dar fuoco alla discoteca, rivendicarono 13 omicidi”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata