Una serata attesa come una vera e propria festa di liberazione dal covid e dalla durezza degli ultimi due anni e mezzo

“Ci siamo, si aspettano un grande show”: così Ronnie Wood, arrivando in auto a San Siro tra due ali di fan in delirio, dà il via sui social alla serata dei Rolling Stones a Milano.Una serata attesa come una vera e propria festa di liberazione dal covid e dalla durezza degli ultimi due anni e mezzo, soprattutto dalle 57mila persone che sono riuscite ad accaparrarsi un biglietto per un concerto storico. Quello dello stadio Meazza è tra le altre cose il primo per Mick Jagger e compagni senza il batterista Charlie Watts, scomparso nell’agosto 2021. Ai membri storici si affianca, alla batteria, la new entry Steve Jordan.

Lo spettacolo, attesissimo e unico in Italia in questo tour che celebra i 60 anni di carriera della band, è stato anche a rischio per qualche giorno a causa del covid contratto proprio da Mick Jagger, che però ha superato anche questo ostacolo in tempo per infiammare il pubblico di San Siro. L’attesa di migliaia di persone inizia nel primo pomeriggio, con il caldo di questi giorni nel capoluogo lombardo che non lascia tregua, al punto che a metà pomeriggio sono gli stessi Stones, con un post sui loro social, a invitare i fan a fare attenzione: “Buongiorno Milano! Vi aspettiamo stasera allo stadio San Siro, attenzione al caldo per chi è già in fila”, scrive la band, concludendo il messaggio con la frase “È ‘Hot Stuff'” (“roba calda”) citando la canzone di Donna Summer.

Come calda è l’accoglienza per lo show, con decine di migliaia di persone ad affollare la zona di San Siro (nella stessa serata all’Ippodromo, poco lontano, si esibiscono i Killers), e l’Atm che ha potenziato il servizio e posticipato l’orario di chiusura delle metropolitane che servono la zona. Il concerto, tra i momenti clou della stagione di spettacoli mai ricca come quest’anno, dopo due anni di stop e ripartenze a singhiozzo, passerà alla storia, come sempre accade a una band che da 60 anni domina le scene della musica mondiale e che torna ancora una volta a domare il palco con la solita energia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata