In vista di un ruolo più centrale del suo personaggio nella quinta stagione della serie tv, l’ex moglie di Andrea era pronta a dare una mano agli sceneggiatori

sarah-ferguson

Sarah Ferguson, Instagram

La serie tv di Netflix The Crown“, a proposito della storia della corona inglese, è stata più volte accusata di inesattezze e imprecisioni. Tanto che Sarah Ferguson si sarebbe offerta di fare da consulente alla produzione

La duchessa di York, 61 anni, ha ammesso alla rivista “Town & Country” di aver scritto al produttore esecutivo della serie, Andy Harries, per fornire informazioni accurate e dirette dalla famiglia reale.

Sarah Ferguson: “Perché non aiutare il mio personaggio?”

“Gli ho detto: ‘Perché non posso aiutare il mio personaggio?'”, ha spiegato Sarah Ferguson, separata dal 1992 dal marito Andrea, duca di York, terzogenito della Regina Elisabetta II e del principe Filippo.

La sua offerta, come raccontato dalla stessa Sarah, è stata rifiutata anche se la duchessa di York, in passato, aveva definito la serie e in particolare la riproduzione del suo matrimonio reale, “filmato magnificamente”. Il personaggio della duchessa di York, interpretato da Jessica Aquilina, compare brevemente nella quarta stagione di “The Crown” ma nella quinta stagione, che sarà ambientata nel pieno degli anni ‘90, si presume che il ruolo di Sarah diventi più centrale.

La stessa Sarah ha raccontato che il suo avvocato, di recente, le ha detto: “Probabilmente sei la donna al mondo che ha avuto più brutte prime pagine di qualsiasi altra”. “L’ho preso come un enorme complimento… Sono davvero orgogliosa di essere ancora qui”, ha affermato Sarah. “La verità è che ho 61 anni e sono libera di auto-sabotare Sarah”, ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata