Ecopneus: "Gli asfalti modificati con gomma riciclata sono una soluzione tecnologica all'avanguardia"

Con il riciclo delle vecchie gomme di auto e moto si può ottenere un asfalto sicuro per la pavimentazione stradale. In Italia cresce infatti l’impiego di asfalti modificati con aggiunta di gomma riciclata e lo sviluppo di nuove tecnologie per ridurre ulteriormente l’impronta ambientale e migliorare le performance del manto stradale; ad oggi sono oltre 630 i chilometri già realizzati da Nord a Sud. In questo modo – viene spiegato – si riescono anche a evitare la formazione di buche, tagli e crepe: le migliori prestazioni – racconta Ecopneus (la società senza scopo di lucro che gestisce la raccolta e il riciclo delle vecchie gomme in Italia) – si devono all’aggiunta “del polverino di gomma riciclata da Pneumatici fuori uso (Pfu) in un’ottica di concreta economia circolare”. 

“Gli asfalti modificati con gomma riciclata sono una soluzione tecnologica all’avanguardia che porta benefici concreti: strade senza buche, che durano di più e che sono anche più silenziose – osserva Federico Dossena, direttore generale di Ecopneus – minori danni significa anche minore necessità di manutenzione e quindi costi di gestione ridotti nel lungo periodo per pubbliche amministrazioni ed enti gestori. Anche Anas ha introdotto gli asfalti con gomma riciclata nei propri capitolati: è un segnale che fa ben sperare per una loro rapida ed estesa diffusione in tutto il Paese”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata